Calcioscommesse, Avellino penalizzato di 3 punti, Taccone prosciolto, 18 mesi a Izzo.

0
920

Il Tribunale Federale della FIGC ha emesso le sentenze per la vicenda calcioscommesse che vedeva sul banco degli imputati l’US Avellino, il presidente Walter Taccone, i calciatori Armando Izzo (ora al Genoa e nel giro della nazionale), Raffaele Biancolino (ora svincolato), Luigi Castaldo, Mariano Arini (ora alla SPAL) e Fabio Pisacane (ora al Cagliari).

Squalifica di 18 mesi per Izzo (la Procura aveva chiesto 6 anni e proposta di radiazione), 3 punti di penalizzazione e 50.000€ di ammenda per l’Avellino (la Procura aveva chiesto 7 punti), proscioglimento per Taccone e gli altri calciatori.

Il presidente valuterà se ricorrere in appello contro la penalizzazione.

Diciotto mesi di squalifica e 50mila euro di ammenda per Armando Izzo (omessa denuncia), 3 punti di penalizzazione e 50mila ero di ammenda per l’Avellino.

Queste le sanzioni irrogate dal Tribunale Federale Nazionale che ha accolto parzialmente il deferimento proposto dal Procuratore Federale per le due presunte combine delle gare di Serie B Modena-Avellino del 17 maggio 2014 e Avellino-Reggina del 25 maggio 2014. Pene più severe invece nei confronti dell’ex giocatore dell’Avellino, Francesco Millesi, e Luca Pini, all’epoca dei fatti tesserato per l’A.S.D. Atletico Torbellamonaca, entrambi accusati dello stesso tipo di illecito e squalificati per 5 anni, oltre a 50mila euro di multa.

Le richieste avanzate dalla Procura nei confronti di Izzo (oggi al Genoa) e dell’Avellino erano state rispettivamente di 6 anni per Izzo e di 7 punti per l’Avellino. Il Tribunale ha invece disposto il proscioglimento per Mariano Arini, Raffaele Biancolino, Luigi Castaldo, Fabio Pisacane, Fabio Peccarisi e Walter Taccone.

LASCIA UN COMMENTO