Sidigas, sconfitta casalinga in Champions contro i lettoni del Ventspils.

0
1132

Battuta d’arresto per la Sidigas Scandone Avellino nella Basketball Champions League. I biancoverdi vengono fermati in casa dal Ventspils. 74-88 recita il punteggio finale, dopo tre quarti equilibrati i lettoni fanno propria la gara grazie ad un ultimo quarto strepitoso dove i biancoverdi hanno prodotto solo 7 punti. Nonostante ciò i biancoverdi portano 4 giocatori in doppia cifra, buone le prove di Nichols e Green che mettono a referto 16 e 14 punti.

Primo Quarto (22-18): Ultima giornata del girone di andata di Basketball Champions League, coach Vucinic esordisce con Cole, Filloy, Green, Nichols e Ndiaye; il Ventspils contrappone Johnson, Lomasz, Gulbis, Arledge e Zakis. Cole e Green scaldano subito i motori per la Sidigas, con Zakis che mette a segno 4 punti individuali. Lo segue a ruota Arledge con altrettanti punti, Cole risponde ancora da due per il 6-8. Ancora Arledge subisce fallo e fa 1/2 dalla lunetta, la Sidigas replica piazzando il parziale di 6-0 che la porta in vantaggio per 13-9. La tripla di Johnson a 3 minuti dallo scadere del primo quarto riporta il Ventspils ad un solo punton di svantaggio (13-12). I biancoverdi riescono, grazie al 3/3 ai liberi di Filloy e all’arresto e tiro di Nicols a conquistare un discreto vantaggio (20-14), che riescono a mantenere fino a fine periodo (22-18).

Secondo Quarto (41-46): I lettoni riescono a tornare in vantaggio grazie al parziale di 3-11 autografato da Lomasz, Jakovics e Drame (25-29 a 7 minuti dall’intervallo lungo). Ci pensa Sykes a sbloccare la situazione per la Sidigas, coadiuvato da Ndiaye: sull’arresto e tiro da due di Beane (29-34) coach Vucinic decide di non indugiare oltre e ricorrere al time-out. Altro parziale del Ventspils, che con il 5-0 ad opera di Beane e Johnson si porta a ben 10 lunghezze di distanza dagli irpini (29-39). Il canestro da due di Cole sembra dare fiducia alla Sidigas, ma ancora la precisione al tiro di Beane (8 punti nei primi 20′ di gioco) la condanna sul -10 (31-41) a 3′ dallo scadere del quarto. La Sidigas vuole restare agganciata alla partita e lo dimostra piazzando il contro-parziale di 6-0 (37-41 a 1:30 dalla fine del quarto, che termina sul +5 degli ospiti (41-46).

Terzo Quarto (67-65): N’Diaye con il piazzato dai 6 metri ad aprire il terzo periodo, il lungo irpino commette fallo e Arledge non sbaglia dalla lunetta. Filloy con la tripla riporta a -2 la Sidigas (46-48). Parziale di 5-0 ospite dovuto ad un tecnico chiamato a Green, ma è il solito Filloy con il tiro dalla lunga distanza a tenere Avellino a contatto (49-53). Dopo la tripla di Gulbis, Arledge commette una sciocchezza: a l numero 21 ospite viene fischiato sia fallo antisportivo che tecnico, i biancoverdi ne approfittano per piazzare il break grazie ai canestri di Green e N’Diaye e la Sidigas pareggia (58-58).  La partita s’infiamma grazie a Green che incomincia il suo personale show con 10 punti di fila che portano a +3 la Sidigas. Johnson fa 1/2 ai liberi ed Avellino chiude il quarto in vantaggio (67-65).

Quarto quarto (74-88): Parziale di 10-0 dei lettoni ad inizio ultimo quarto con la coppia Lomazs – Drame che costringe Vucinic al time out (67-75). Avellino prova a scuotersi con la penetrazione di Sykes, ma è ancora il Ventspils a condurre il gioco e con l’ennesimo parziale la squadra ospite prova a scappare (69-81). Segna Green ma è ancora Lomazs a realizzare da tre. Vucinic abbassa il quintetto ma sono ancora gli ospiti a segnare (71-86). Ventspils gioca con il cronometro, i biancoverdi non segnano praticamente mai ed i lettoni battono Avellino (74-88).

Stop casalingo per la Sidigas Avellino, che non riesce a battere il Ventspils sul parquet del PalaDelMauro, cedendo al termine dei 40 minuti di gioco per 74-88.

Demetris Nichols apre la conferenza stampa post-partita: “Ventspils ha giocato molto bene, mettendo a segno tiri difficili e facendo davvero delle belle esecuzioni. Sono una buona squadra, noi dobbiamo giocare meglio e tornare in palestra per capire dove abbiamo sbagliato stasera”.

La parola passa poi a coach Nenad Vucinic: “Congratulazioni a Ventspils, la loro è una vittoria meritata: stasera sono stati più bravi di noi e tutte le loro sconfitte fino ad ora, tranne una, sono state con uno scarto di 5 punti o meno. Ci aspettavamo una partita difficile e così è stato. Dobbiamo dare ai lettoni tutti i meriti: sono una squadra molto talentuosa e mi ha molto impressionato il giovane Lomasz, di cui avevo analizzato il modo di giocare nei giorni scorsi e credo sia un giocatore davvero promettente. Ringrazio i tifosi per l’applauso finale che ci hanno riservato, ci ha fatto piacere: vuol dire che riconoscono il nostro lavoro che stiamo svolgendo sia in campionato che in Coppa e di questo siamo contenti”.

LASCIA UN COMMENTO