Sidigas, vittoria scacciacrisi contro Brescia.

0
633

Ritorno alla vittoria per la Sidigas Scandone Avellino che nel lunch match di giornata battono  la Leonessa Brescia 79-67. Partita che nei primi due quarti ha viaggiato sui binari dell’equilibrio, nella seconda parte di gara i biancoverdi però con un terzo quarto da otto punti subiti hanno dato la spallata alla gara. Ottime indicazioni per coach Vucinic in vista Final Eight, ancora una volta la coppia Green-Sykes hanno trascinato gli irpini ma buone le prove degli ultimi arrivati Silins e Harper.

Primo quarto (18-26): Alla palla a due, questi i quintetti schierati dalle due formazioni: coach Vucinic inizia con Sykes, Filloy, Green, Silins e Young; coach Diana contrappone Beverly, Laquintana, Vitali, Abass e Jordan. Avvio di partita intenso in fase offensiva: è Beverly a trovare il primo canestro del match, con Green che risponde prontamente alla stessa maniera, Silins realizza da tre e di nuovo Brescia replica con due canestri di Cunningham dalla lunga distanza (5-8). I biancoverdi rifilano 4 punti consecutivi con i liberi di Sykes e la schiacciata di Young, i biancoblu concretizzano altri 4 punti ad opera di Hamilton. è un susseguirsi di vantaggi: la Sidigas prova a strappare ma la Leonessa si mantiene a contatto. A poco meno di 2 minuti dal termine del primo periodo, il break di 2-9 dei lombardi porta la squadra di coach Diana sul 17-22. La Leonessa rincara la dose con altri 4 punti di fila ad opera di Moss ed il primo quarto si chiude sul 18-26.

Secondo quarto (40-41): Parte forte la Sidigas con un parziale di 4-0 frutto delle schiacciate di Ndiaye e Green. Gli ospiti rispondono prontamente con il libero di Hamilton, l’appoggio di Zerini e il 2/2 di Cunninghham (22-31). Brescia raggiunge il massimo vantaggio grazie alla tripla di Sacchetti. Avellino si affida ad Harper che con due penetrazioni riporta i biancoverdi a -8 (28-36). La Sidigas alza l’intensità difensiva e la Germani trova il canestro solo con Cunningham che fa 1/2 dalla linea della carità. Campani da dentro l’area riporta a -7 Avellino. A questo punto Sykes si mette in proprio segnando 6 punti consecutivi che riportano i biancoverdi in partita (38-39). Moss segna in sospensione mentre Sykes chiude il quarto con due liberi (40-41).

Terzo Quarto (61-49): al ritorno dall’intervallo lungo Avellino parte bene e ritorna avanti con i primi punti della giornata di Filloy e l’appoggio di Sykes che vale il +3, con Diana che chiama time out (44-41). Beverly fa 2/2 dalla lunetta, Green lo imita; i biancoverdi bloccano l’attacco e Brescia ne approfitta per ritornare avanti con Zerini ma Sykes con l’appoggio a vetro dà il nuovo vantaggio agli irpini (48-47). Filloy si mette in proprio segnando 5 punti consecutivi intervallati da un canestro di Hamilton. Avellino non si ferma e fa il break con l’appoggio a vetro di Green e la tripla di Silins che costringe Diana alla mini sospensione (58-49). Brescia non segna più e Campogrande chiude il periodo, prima recuperando palla, e poi piazzando la tripla del +12 (61-49).

Quarto quarto (79-67): Brescia prova subito a rientrare: Cunningham fa 1/2 dalla lunetta e poi segna dalla media. Green realizza in penetrazione ma la tripla di Sacchetti costringe Vucinic al time out (63-55). Avellino è già in bonus e Brescia ne approfitta con i liberi di Cunningham e Abass. La tripla del numero 9 ospite riporta a -4 la Germani. I biancoverdi piazzano un break di 4-0 che riporta a -8 la Leonessa (69-61). Contro-break ospite con Sacchetti e Abass ma Avellino rimane avanti (71-65). Tripla di Green che dà respiro alla Sidigas, Sacchetti fa bottino pieno dalla lunetta ma la tripla di Sykes riporta a +10 Avellino (77-67). I biancoverdi gestiscono i possessi finali e la partita si chiude con due punti di Green (79-67).

Torna alla vittoria la Sidigas Avellino, che conquista il successo casalingo contro la Germani Basket Brescia per 79-67 nell’ultima giornata di campionato prima della sosta per la Final Eight di Coppa Italia, in programma dal 14 al 17 febbraio.

Così coach Vucinic al termine della conferenza post-partita:

Sono molto contento della vittoria, principalmente per i giocatori e per le difficoltà che abbiamo affrontato fino ad ora. Come coach, non mi sono mai trovato in una situazione tale di sfortuna e purtroppo tutto questo sembra non volersi arrestare. In ogni caso, complimenti ai giocatori e anche ai tifosi, che hanno saputo pazientemente attendere questa vittoria.

Ricostruire la squadra è un obiettivo difficile nel bel mezzo della stagione ma devo dire che i ragazzi stanno facendo un ottimo lavoro per riuscirci: la fiducia non era ovviamente al massimo dopo tutte quelle sconfitte e si è visto nel primo quarto, ma poi il cuore e la voglia hanno prevalso. è un peccato non esserci qualificati ai Playoff di Champions League ma ormai è passato e cerchiamo di concentrarci sulle ultime due competizioni che ci sono rimaste, iniziando dalla Final Eight: non posso dire che siamo pronti, anche perché affronteremo la squadra attualmente più in palla. Brindisi è una buona squadra ed in forma, ma questo non ci spaventa. Oggi abbiamo giocato per la prima volta in 12 e spero che non sia l’ultima: attendiamo gli esiti della visita di Patric Young, che accusa dolore al piede e non fa presagire nulla di buono; Lollo D’Ercole si sottoporrà a radiografia al dito e speriamo che non sia rotto; Luca Campani ha un taglio profondo alla fronte e ha avuto bisogno di punti di sutura. Sia D’Ercole che Campani sono stati fondamentali per la rimonta del secondo quarto ed è un peccato che siano dovuti uscire così presto dal match. Luca Campogrande? Dopo il brutto infortunio in preseason, che non gli ha consentito un’adeguata preparazione e di trovare la giusta fiducia, sta trovando la sua dimensione e non ho dubbi che in futuro possa diventare un giocatore di Serie A“.

LASCIA UN COMMENTO