Trasferta in Belgio vittoriosa per la Sidigas Avellino in Champions.

0
661

La Sidigas Scandone Avellino ritorna alla vittoria nella Basketball Champions League. I biancoverdi battono la Telenet Oostende per 51-61. Gli uomini di Pino Sacripanti nella seconda parte di gara hanno alzato l’intensità difensiva ed hanno fatto propria la gara. Protagonisti della serata Andrea Zerini e Thomas Scrubb bravi ad andare in doppia cifra. Con questa vittoria i biancoverdi rilanciano le loro chance di qualificazione.

Il match si apre con una schiacciata di Fesenko, servito alla perfezione da Filloy. Le due squadre però trovano poco la via del canestro. Sono poi i padroni di casa a sbloccare il punteggio dalla lunetta con Salumu (2-2). Il numero 13 belga concretizza un 2+1 mentre Jekiri realizza dal pitturato, Avellino non sta a guardare e con Fesenko e Leunen si riporta sotto (7-5). Entra Wells, che si presenta con un 1/2 dalla lunetta dopo un canestro di Fieler; Mwema segna una tripla e Sacripanti chiama time out (13-6). La Sidigas esce bene dalla sospensione e, con un 5-0 firmato Fitipaldo e Zerini, si riporta a -2 e stavolta è il coach di casa a chiamare minuto di sospensione (13-11). Ostenda segna tre punti consecutivi con Kuridza, mentre Scrubb segna da tre. Myers dalla lunetta segna solo un libero chiudendo il primo quarto sul 17-14.

Zerini segna da tre andando a pareggiare ma Mwema concretizza 5 punti consecutivi, frutto di una tripla e di un piazzato dai 5 metri ed Ostenda è ancora avanti (22-17). La Sidigas non si scompone e, trascinata da Zerini e Rich, che si sblocca alla sua maniera, riporta sotto Avellino (22-21). I padroni di casa cercano di scappare con i tiri dalla lunga distanza di Mwema e Kasteloot ma Rich con il piazzato spezza il break dei belgi (30-24). La guardia biancoverde sale in cattedra segnando anche in penetrazione e subito dopo avvia il contropiede che porta Leunen a segnare la tripla del -1 (30-29). Kastellot fa 1/2 mentre Fesenko sbaglia entrambi i liberi e Avellino va al riposo sotto di 2 lunghezze (31-29).

Al ritorno dall’intervallo lungo la Sidigas parte forte grazie a Filloy, che prima segna il piazzato e poi serve Wells che realizza da sotto (31-33). Rispondono prontamente i padroni di casa con Mwema e Jekiri, ma Fesenko con la schiacciata e Filloy con la tripla riportano avanti la Sidigas (37-38). Le due squadre sbagliano molto bloccando i loro attacchi, con il solo Scrubb a segnare da dentro l’area mettendo tre punti di distanza tra le due squadre (37-40). Ostenda non segna praticamente più ed Avellino ne approfitta con Zerini e Wells che appoggia al vetro, portando gli irpini sul +8. Myers fa 1/2 e la Sidigas chiude avanti di 7 (38-45).

L’ultimo quarto Avellino prova a scappare: Wells segna due canestri consecutivi, il primo da 6 metri mentre il secondo da dentro l’area, Gjergja è costretto al time out (38-49). Fieler prova a scuotere i suoi con la tripla ma Scrubb risponde alla stessa maniera (41-52). Il numero 11 irpino sale in cattedra sia in difesa che in attacco portando sul +13 la Sidigas. Fitipaldo serve l’alley-oop a N’Diaye che ringrazia e schiaccia (41-56). Jekiri segna 4 punti consecutivi cercando il recupero dopo due punti in penetrazione del solito Scrubb. Il pivot di casa subito dopo commette fallo andando a protestare beccandosi il tecnico ed Avellino ne approfitta per allungare con Fitipaldo perfetto dalla lunetta (45-61). Le due squadre sbagliano molto non trovando più la via del canestro e questo va tutto a vantaggio di Avellino. Nell’ultimo minuto Ostenda fa un mini parziale di 6-0 con Myers e Buza che riporta a -10 i belgi ma non c’è più tempo Avellino batte Ostenda 51-61.

Termina con una vittoria la prima trasferta europea del 2018 della Sidigas Avellino, che conquista la vittoria a Ostenda con il punteggio di 51-61. I biancoverdi cavalcano ulteriormente il momento positivo e si portano a quota 15 punti in classifica nel gruppo D, piazzando un importante tassello per l’ipotetica qualificazione alla seconda fase della Champions League.

Sono molto contento perché abbiamo vinto una partita importante ai fini della classifica e perché Ostenda gioca un’ottima pallacanestro – ha commentato coach Sacripanti al termine del match  – è una squadra molto fisica, che vanta dalla sua la presenza di giocatori con grande atletismo. Abbiamo cercato di contenere più possibile i loro attacchi. Per quanto riguarda noi, non è stato facile trovare soluzioni offensive all’inizio ma, passo dopo passo, abbiamo migliorato l’aspetto difensivo e siamo riusciti a portare a casa la partita”.

Della stessa opinione è anche Andrea Zerini, autore di un’ottima performance a Ostenda: “È stata una partita per noi importante, eravamo a pari punti in classifica con Ostenda e con questa vittoria ci siamo portati sul 2-0 negli scontri diretti con loro. Abbiamo iniziato la gara non benissimo, ma successivamente siamo riusciti a prendere confidenza e a conquistare il vantaggio che ci siamo poi portati fino alla fine”.

 

LASCIA UN COMMENTO