Acai, Ardolino: tra penuria di biglietti a tempo ed assenza di un terminal attrezzato, crescono i disagi nei trasporti locali. L’inadeguatezza di Air e Comune.

0
686
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

“Disagi e disservizi sono sempre più una costante nei trasporti pubblici locali. Air, Comune di Avellino e le altre amministrazioni del territorio si dimostrano incapaci di garantire anche le prestazioni essenziali, assumendo un atteggiamento  assolutamente irrispettoso dei cittadini”. Ad affermarlo è il presidente nazionale dell’Acai, associazione di rappresentanza degli utenti, l’irpino Giovanni Ardolino.

“La situazione – ha proseguito il dirigente sindacale – diventa ogni giorno più precaria e ormai ha superato il limite della decenza. Alle ricadute negative determinate dagli infiniti ritardi registrati nel completamento dell’Autostazione, su cui chissà per quale strana ragione né la magistratura ordinaria, né quella contabile hanno ritenuto di dover effettuare alcun approfondimento, nonostante decenni di spreco di denaro dei contribuenti, si è aggiunta la sciagura dell’improvvisazione del sindaco Festa e della sua giunta, che hanno condannato gli utenti ad inseguire i bus in diverse zone del capoluogo, a seconda delle destinazioni del vettore, esponendoli inoltre ad ogni tipo di disagio, confinando il presunto nuovo terminal in un sito per nulla  attrezzato. Non va affatto meglio nei Comuni dell’hinterland dove il servizio spesso non viene nemmeno garantito.   Ma come se tutto ciò non bastasse, ogni giorno ci giungono segnalazioni, puntualmente verificate, di innumerevoli problemi, alcuni dei quali cronici, che si aggiungono alla lista dei disservizi: l’assenza di prospetti degli orari delle corse urbane ed extraurbane, il malfunzionamento del nuovo portale web di Air Mobilità, l’inadeguata igiene dei mezzi di trasporti, ancora più grave in una fase di emergenza sanitaria, l’indisponibilità perenne in numerose rivendite di biglietti dei tagliandi di corsa semplice extraurbana (per Salerno e Napoli), la cui esistenza talvolta non viene nemmeno segnalata da alcuni rivenditori, e l’assenza nelle ultime settimane di biglietti a tempo per le corse urbane”.

“Francamente non sappiamo più a chi rivolgerci – conclude Ardolino – considerato che ogni impegno assunto pubblicamente dall’amministratore di Air mobilità, De Sio, è stato puntualmente disatteso, mentre il sindaco di Avellino ha dimostrato di infischiarsene completamente delle esigenze della comunità. Del nuovo amministratore unico di Air spa, Acconcia, nulla possiamo dire, perché della sua attività non si hanno notizie. Ciò che sappiamo è che lo sdoppiamento della società di trasporti è servita unicamente a raddoppiare gli incarichi. Nondimeno denunciamo la grave situazione in cui versano i trasporti. Non possiamo, inoltre, non evidenziare l’assenza di un piano di riorganizzazione e potenziamento dei trasporti, in vista della riapertura delle scuole. E’ impossibile, infatti, pensare di sovraffollare i mezzi, con il grave rischio di nuocere alla salute delle persone, giocando sulla capienza teorica degli stessi, così come si è fatto nei mesi scorsi. Il distanziamento non va garantito soltanto ai passeggeri seduti, ma anche a quelli in piedi, e soprattutto occorre un controllo costante da parte degli addetti, insieme ad un maggior senso di responsabilità di tutti gli utenti”.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here