Air, non si placano i disagi. Carabinieri fermano bus in autostrada e fanno scendere viaggiatori in eccesso.

0
610
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

9c4ddd50322fb3295f23addded3b4ae9_LIl taglio delle corse dell’A.IR nei mesi di luglio e agosto, sulle cui responsabilità continua il rimpallarsi di Provincia e Regione,  sta creando notevoli disagi ai lavoratori che quotidianamente devono recarsi fuori città.

Martedì mattina un autobus in servizio nella linea tra Avellino e Napoli è stato fermato da una pattuglia dei Carabinieri e l’autista è stato costretto a far scendere le persone quando si è reso conto che ne stava trasportando più di quante ne erano consentite, nonostante fossero provviste di biglietto.

“Il singolare episodio del pullman dell’Air diretto verso Napoli bloccato da una pattuglia dei Carabinieri, che ha ravvisato il sovraffollamento dei mezzo ed un numero di passeggeri superiore a quello consentito, ha del paradossale nonché rappresenta un atto di inaudita gravità – commenta Fiorentino Lieto della Federconsumatori”.

“La riduzione delle corse, con l’entrata in vigore dell’orario estivo, anticipata rispetto agli anni scorsi, non solo costringe gli utenti a disagi particolarmente pesanti, considerate le alte temperature, ma mette anche a rischio la loro incolumità. E’ da stigmatizzare la scelta dell’azienda pubblica di effettuare corse con un numero di passeggeri superiore a quello per il quale i suoi mezzi sono stati omologati. Ma è condannabile ed esecrabile la scelta attuata dalla nuova giunta regionale di perpetrare a danno dell’Irpinia ulteriori tagli ai trasporti pubblici, anche su tratte che risultano essere particolarmente frequentate e dunque difficilmente considerabili improduttive o in perdita”.

“La considerazione che ci viene da fare – afferma Fiorentino Lieto responsabile della Federconsumatori Cgil – è che cambiano gli uomini e i colori delle magliette che indossano ma non cambiano i metodi, non cambia il carattere dei provvedimenti.

“Il disagio della mobilità sofferto dai cittadini Campani causati dai tagli indiscriminati dalla giunta Caldoro, centrodestra, continua ad esserci con la giunta De Luca, centrosinistra. La disastrosa organizzazione a livello Regionale del settore Trasporto avviato dal Presidente Caldoro e confermato dal Presidente De Luca riversa tutte le contraddizioni sulle spalle dei cittadini utenti, i quali non si spostano per turismo o per svago, ma hanno la necessità di raggiungere il posto di lavoro che in qualche caso potrebbe essere anche precario e temporaneo”.

“Da sempre noi della Federconsumatori – afferma Lieto – sosteniamo che la razionalizzazione della spesa o il riequilibrio del bilancio nel settore trasporti non deve, necessariamente, essere conseguita, attraverso i tagli delle corse. I finanziamenti erogati dalla Regione Campania vengono ripartiti tra le tante aziende che operano nel settore che forniscono un servizio spesso non qualificato o addirittura duplicato. La soluzione per attuare economie è quella della programmazione e della razionalizzazione delle risorse, il rilancio del trasporto su ferro, come da proposta della Federconsumatori e non “l’inscatolamento” degli utenti”

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here