Raccolta differenziata: presentato il nuovo contratto di servizio tra l’Amministrazione comunale e il gestore IrpiniAmbiente.

0
237

“La ridefinizione del contratto di servizio con IrpiniAmbiente è una pietra miliare per la raccolta differenziata in città”. Il Sindaco Paolo Foti esprime la propria soddisfazione per la sottoscrizione del nuovo accordo con il Gestore dei Servizi Integrati della Città di Avellino che avverrà il prossimo 22 giugno 2017. Il contratto di servizio – presentato nel corso di una conferenza stampa dal Sindaco Paolo Foti, dall’Amministratore di IrpiniAmbiente Nicola Boccalone, dal Vicesindaco Maria Elena Iaverone, dall’Assessore all’ambiente Augusto Penna, dal Comandante della Polizia Municipale Michele Arvonio e dai funzionari di Palazzo di Città – prevede un miglioramento e un potenziamento dei servizi volti ad aumentare la percentuale di raccolta di rifiuti differenziati prodotti nel territorio comunale, con il chiaro obiettivo di raggiungere la percentuale del 65% già entro fine anno, secondo i criteri di economicità, efficacia ed efficienza delle azioni messe in campo.

“Faccio appello ai cittadini nel dare grande collaborazione su questa nuova gestione del ciclo dei rifiuti – ha proseguito il Sindaco Foti – perché il nuovo sistema funzionerà bene con i risultati che tutti ci aspettiamo se l’intera comunità avrà rispetto delle regole che forniremo attraverso il gestore in modo puntuale e ossessivo. Voglio ringraziare l’Amministratore Nicola Boccalone per l’immensa disponibilità che ha sempre fornito a questa Amministrazione e per la collaborazione dimostrata in questi mesi per la definizione di questo nuovo contratto di servizio”. L’accordo con IrpiniAmbiente riguarda il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani comprensiva dell’attività di spazzamento e dei servizi accessori secondo quanto riportato nella Carta della Qualità dei Servizi. In sostanza – come chiarito nello stesso contratto (sintetizzato nelle SLIDE) – il servizio comprenderà lo svolgimento delle seguenti attività: – raccolta porta a porta sull’intero territorio comunale per le tipologie di rifiuto: organico, indifferenziato, carta e imballaggi in cartone, multimateriale (plastica, lattine e alluminio), vetro; – raccolta degli ingombranti e RAEE a chiamata tramite numero verde/App; – raccolta dei RUP (farmaci e batterie) tramite cassonetti presso attività commerciali; – raccolta dei residui provenienti dalla manutenzione del verde urbano; – spazzamento stradale manuale e meccanico, pulizia per manifestazioni e mercati rionali; – installazione di dog toilette ed il diserbo dei marciapiedi stradali interessati dallo spazzamento stradale; – pulizia del verde urbano e mantenimento del decoro urbano attraverso lo sfalcio periodico dell’erba nelle aree pubbliche prospicienti le strade in cui viene svolto il servizio di spazzamento, per complessivi mq. 150.000 e consistenti in 6 tagli all’anno. Irpiniambiente – è specificato nel contratto – si obbliga a svolgere a regola d’arte le attività oggetto del presente contratto, è responsabile del buon funzionamento dei servizi e dovrà osservare la normativa vigente in materia ambientale ed adempiere a tutti gli obblighi posti a suo carico dal presente Atto. Al fine del raggiungimento degli obiettivi della raccolta differenziata il Comune si impegna a garantire il controllo circa il corretto conferimento dei rifiuti da parte dei propri cittadini, sia in termini di qualità del rifiuto che in termini di modalità e tempistica di conferimento. Il controllo sul regolare svolgimento del servizio verrà effettuato dal Comune, attraverso il personale della Polizia Municipale.

“Ringrazio il Sindaco per le belle parole spese nei confronti della nostra società di gestione e i tecnici del Comune con i quali abbiamo lavorato in un’ottica di convergenza per arrivare a questo contratto – ha dichiarato l’Amministratore di IrpiniAmbiente Nicola Boccalone – questa è una rivoluzione copernicana per quanto attiene la raccolta dei rifiuti e il decoro urbano cittadino. Il nostro obiettivo resta quello di essere utili alla comunità nel rispetto dei criteri di economicità, efficacia ed efficienza. È chiaro che non è solo una questione di ambiente – ha aggiunto Boccalone – ma di tutti i servizi ad esso collegati: dalla comunicazione ai cittadini, ai vari sistemi di controllo. I cassonetti verranno eliminati, avremo l’implementazione delle attività sull’intero territorio cittadino puntando a una omogeneità dei comportamenti per arrivare presto a una raccolta differenziata spinta in città. Se raggiungeremo il 65% entro gennaio 2018 vorrà dire che avremo svoltato prima e saremo stati tutti bravi. E noi faremo di tutto per riuscirci”. L’Amministratore di IrpiniAmbiente si è anche soffermato sul verde urbano: “avremo modo di agire con 6 sfalci l’anno per accrescere il decoro urbano cittadino”; e sulla campagna di informazione e di sensibilizzazione: “ci sarà un’App dedicata soprattutto guardando alle abitudini delle giovani generazioni e manifesti per informare capillarmente la città sul nuovo sistema di raccolta rifiuti e sulle novità del piano”. “Anche i sistemi di controllo saranno aumentati – ha sottolineato il Comandante della Polizia Municipale col. Michele Arvonio – il monitoraggio delle aree interessate sarà puntuale e capillare”. “Ci siamo dati degli obiettivi che definirei epocali – ha concluso l’Assessore all’ambiente Augusto Penna – per la prima volta l’Amministrazione comunale riesce a stipulare un contratto di servizio direttamente col gestore che pone dei diritti e dei doveri per entrambi, sempre in un’ottica di piena collaborazione. Siamo convinti che anche i cittadini capiranno questo sforzo e ci aiuteranno a rendere più pulita e decorosa la città”.

LASCIA UN COMMENTO