Carabinieri scoprono casa d'appuntamenti a Serino.

0
465

Auto carabinieri di Rovereto, visibile la scritta 'carabinieri'Avevano scelto Serino per mettere in piedi una casa di prostituzione. Un pregiudicato 47enne di Salerno aveva individuato grazie alla compiacenza di un’agente immobiliare e di una donna del posto, l’abitazione dove poter attrarre gli avventori del sesso.

Un’attività che non è passata inosservata agli uomini dell’arma dei Carabinieri di Serino che avevano notato uno strano via vai di persone in zona. L’affluenza anomala ha fatto scattare il campanello d’allarme.

Gli appostamenti eseguiti dai militari dell’arma hanno consentito di scoprire la casa di prostituzione. Troppi gli uomini che entravano ed uscivano da quell’abitazione, fermati discretamente dai Carabinieri per identificarli, non hanno potuto fare altro che confermare la natura illecita delle prestazioni che vi si praticavano.

Quindi, decisi ad intervenire, i Carabinieri sono entrati con uno stratagemma all’interno dello stabile riscontrandovi l’effettiva presenza di una 32enne residente a Napoli ed una 37enne residente a Salerno, entrambe di origini dominicane, che si prostituivano.

I successivi accertamenti investigativi scaturiti dalle evidenze raccolte, hanno consentito ai militari di far altresì emergere responsabilità a carico di altre persone. In particolare, il salernitano 47enne gravato da precedenti di polizia, attraverso d’intermediazione di un’agente immobiliare nonché di donna del luogo, aveva preso in locazione un immobile privato per poi a sua volta cederlo alle due giovani straniere, tollerandone l’illecito utilizzo praticato da queste. Tutte le cessioni dell’immobile risultavano essere avvenute in assenza delle prescritte registrazioni ovvero comunicazioni all’autorità di Pubblica Sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here