Coronavirus, a Lauro è praticamente lockdown, vietate anche passeggiate a non residenti.

0
927

Linea dura a Lauro nell’emergenza coronavirus. Il sindaco Antonio Bossone firma un’ordinanza con regole anche più stringenti rispetto a quelle regionali e nazionali.

Innanzitutto c’è l’obbligo di comunicazione alla Municipale per i cittadini che lavorano fuori dal paese. Per bar, gelaterie, ristoranti, pub e pizzerie obbligo di chiusura alle 22.00, prima dell’orario individuato da Regione e Governo. Asporto vietato ma consegne a domicilio senza limiti di orario.

Per i negozi con vendita al dettaglio obbligo di chiusura alle 21.00. Vietato fumare all’aperto e consumare cibi o bevande alcoliche nelle aree pubbliche o aperte al pubblico. Stop alle slot machines. Per enalotto e giochi simili solo possibilità online e telefonica. No ai giochi da tavolo nei bar.

L’attività sportiva e le passeggiate sono consentite solo si cittadini di Lauro. Chi risiede fuori paese non potrà quindi svolgere attività motorie tra le mura cittadine. Chiude anche il mercato settimanale. Per i funerali, nella casa del defunto possono accedere 3 persone per volta al massimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here