Coronavirus, positiva dipendente RSA Nusco.

0
1070
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare
Cresce la preoccupazione sulle residenze assistenziale dopo i casi di Villa Margherita nel Sannio e del Centro Minerva ad Ariano Irpino. Non c’è ancora un allarme a Nusco, ma certamente la giusta cautela. Una dipendente del centro Rsa di Nusco è infatti risultata positiva al Covid 19. Lo fa sapere il responsabile del C.o.c. nuscano, l’assessore Enzo Natale. La donna è residente a Bagnoli Irpino: fa parte dei due nuovi contagi resi noti nella giornata di mercoledì scorso.
“Si precisa che la dipendente non presta servizio presso la struttura dal giorno 22 marzo“, fa sapere Natale. “Sono state avviate tutte le pratiche previste dal protocollo di emergenza e dal canto nostro abbiamo predisposto l’immediata sanificazione dei luoghi esterni alla struttura. Seguiamo con grande apprensione la vicenda e siamo in continuo aggiornamento con l’Asl ed i responsabili della struttura stessa“.
Al momento la situazione in Alta Irpinia è sotto controllo, ma si aspetta l’esito dei nuovi tamponi. Attende soprattutto la comunità Lacedonia, dopo i 5 casi positivi in una famiglia. Il paziente di Teora, degente al Minerva, è stato trasferito come gli altri positivi in strutture ospedaliere. A Calitri i due contagiati hanno scritto sulla bacheca del sindaco rassicurando la popolazione: hanno detto di stare bene e di non aver avuto contatti con altre persone. Restano in quarantena il medico di Sant’Angelo dei Lombardi e la prima contagiata di Bagnoli Irpino. Prossimi giorni decisivi.

A seguito della positività al Covid 19, comunicata in data 1 aprile 2020, riscontrata su una operatrice addetta al servizio di pulizia della Rsa di Nusco, già in isolamento domiciliare dal 26 marzo scorso, l’Asl di Avellino ha attivato tutte le misure di prevenzione necessarie al contenimento del contagio all’interno della struttura“. Così comunica in una nota l’azienda sanitaria irpina.

In particolare, pur avendo la donna dichiarato di non aver avuto contatti con gli ospiti della struttura e di aver operato munita di Dpi (camice, guanti, mascherina) in aderenza alle procedure aziendali, l’Azienda Sanitaria Locale, in via precauzionale, ha disposto un intervento straordinario di disinfezione-bonifica della struttura e ulteriori operazioni periodiche di sanificazione in aggiunta alle attività di pulizia ordinaria condotte secondo le procedure indicate nelle linee guida regionali. Infine, in considerazione della particolare fragilità degli ospiti, l’Azienda effettuerà nella giornata di domani lo screening dei degenti e degli operatori tramite tampone naso-faringeo“. 

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here