Detenuto in permesso introduce droga nel carcere di Sant’Angelo dei Lombardi, interviene la Polizia Penitenziaria

0
91
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

“Operazione della Polizia Penitenziaria di S. Angelo dei Lombardi che, in collaborazione con la Polizia di Stato e le unità cinofile, ha proceduto all’arresto di un detenuto rientrante dal permesso che aveva occultato della droga nelle parti intime (ano) come riscontrato presso l’ospedale di s.angelo”.

A dare la notizia è Tiziana Guacci, segretario per la Campania del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria. “Il SAPPE”, conclude, “si complimenta con il personale di Polizia Penitenziaria di Sant’Angelo dei Lombardi che, nonostante le tante quotidiane criticità, porta avanti in maniera indefessa la legalità all’interno del carcere”. Il Segretario Generale SAPPE Donato Capece evidenzia che “il problema dell’introduzione di droga e telefoni in carcere è da tempo noto e conosciamo bene la sua portata che, al giorno d’oggi è davvero significativa e continua a crescere giorno dopo giorno. In particolare, per quanto concerne i telefonini ci preoccupa non solo il loro utilizzo per scopi illeciti all’esterno del carcere, come più volte riscontrato nelle attività di indagine che vengono svolte quotidianamente nei penitenziari e sul territorio nazionale, ma anche il vero e proprio commercio che è presente all’interno delle mura dove uno smartphone ceduto tra detenuti moltiplica vertiginosamente il proprio valore, diventando fonte di ingenti guadagni illeciti per chi riesce a gestirne il commercio”.

Il leader del SAPPE rammenta che per introdurre droga e telefonini in altre carceri italiane sono stati spesso usati anche i droni, “a conferma di tutte le ipotesi investigative circa l’ormai conclamato fenomeno di traffico illecito a mezzo droni, fenomeno questo favorito anche dalla libertà di movimento dei detenuti a seguito del regime custodiale aperto e delle criticità operative attuali, in cui opera la Polizia Penitenziaria, con dei livelli minimi di sicurezza. Il compiacimento del SAPPE va al personale del Reparto di Polizia Penitenziario di Sant’Angelo dei Lombardi”. Per questo l’auspicio del leader nazionale del SAPPE “è che l’Amministrazione Penitenziaria potenzi i momenti di formazione ed aggiornamento professionale della Polizia Penitenziaria e che anche il Reparto Sant’Angelo dei Lombardi possa disporre di un numero sufficiente di poliziotti, adeguatamente preparati, formati e specializzati ed esperti anche nell’utilizzo e nella gestione dei droni sia in ottica preventiva che repressiva”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here