Horizon 2020, bandi per Pmi italiane rinviati al 27 ottobre.

0
112

horizon2020E’ stato spostato al 27 ottobre prossimo (anzichè il 30 settembre) il via ai bandi destinati alle Pmi italiane finanziati dal programma Ue “Horizon 2020” per progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale. In palio 300 milioni di euro, di cui il 60% riservato a imprese di piccolissime, piccole e medie dimensioni, e alle reti di imprese a patto che siano costituite prevalentemente da micro e Pmi. Di questo 60% il 25% (45 milioni di euro) è riservato alle micro e Pmi. I settori di ricerca sono clima, energia, innovazione sociale ed economica, alimentazione, tecnologie, nanotecnologie, scienze, trasporti.

Le domande di agevolazioni possono essere presentate a partire dalle ore 10 del 27 ottobre utilizzando la procedura di compilazione guidata accessibile dalla sezione “Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020” presente sulla home page del sito del Ministero dello Sviluppo economico ma si può iniziare la fase di compilazione della domanda e dei relativi allegati già a partire dal 15 ottobre. I progetti devono prevedere un ammontare complessivo di spese ammissibili compreso tra 800mila e 3 milioni di euro e possono essere presentati dalle imprese singolarmente o in forma congiunta, anche con organismi di ricerca, fino a un massimo di 3 soggetti proponenti. Le agevolazioni sono concesse nella forma del finanziamento agevolato per una percentuale delle spese ammissibili articolata in relazione alla dimensione d’impresa: pari al 70% per le piccole imprese, al 60% per le medie imprese e al 50% per le grandi.

Il finanziamento agevolato ha una durata massima di 8 anni, oltre un periodo di preammortamento di 3 anni, e prevede un tasso agevolato pari al 20% del tasso di riferimento stabilito dalla Commissione europea, comunque non inferiore allo 0,8%. Nel contesto del programma Horizon 2020 per il periodo 2014-2020 – che gestisce oltre 78 miliardi di euro – alle Pmi sono riservati finanziamenti per almeno 3 miliardi. Il Portale di Horizon dell’Ue mette a disposizione un nuovo strumento, lo “SME instrument”, che consente alle Pmi di avere il 70% del progetto finanziato e di accedere a ulteriori eventuali fondi per supportarlo, attraverso prestiti, garanzie, investimenti diretti. Altri strumenti a disposizione delle Pmi europee sono il programma Cosme, L’Enterprise Europe Network e l’Eurostars programme. (ANSA)

LASCIA UN COMMENTO