Fib Sud Nusco, situazione sempre più drammatica, esposto al’Ispettorato del Lavoro: disattesi tutti gli accordi.

0
1693

Sulla Fib Sud di Nusco parte un esposto all’Ispettorato del Lavoro. Le organizzazioni sindacali hanno presentato denuncia nei confronti del gruppo Seri, proprietario dell’azienda, che ha cessato l’attività lo scorso 31 dicembre. Chiedono il pagamento delle spettanze dei 27 lavoratori: illegittima la procedura di rescissione del fitto di ramo d’azienda avviato con la fallita Mp, gli addetti restano a carico della proprietà della Fib Sud, sostengono i segretari Fiom Cgil e Uilm Giuseppe Morsa e Gaetano Altieri.

Senza le lettere di licenziamento e la richiesta di accesso agli ammortizzatori sociali, aggiungono le organizzazioni di categoria, il gruppo Seri deve procedere al pagamento degli operai. «Questi operai sono stati scaricati da tutti, la proprietà ha lasciato per strada 27 lavoratori ed altrettante famiglie – ha evidenziato il numero uno dei metalmeccanici Cgil Morsa  Viviamo un assurdo paradosso».

Per il segretario della Uilm Altieri, «la vicenda, almeno in provincia di Avellino, non sembra avere eguali. Tutti gli accordi raggiunti e sottoscritti, in azienda ed in Prefettura, sono stati disattesi: abbiamo rivendicato per i lavoratori il pagamento dello stipendio di gennaio ed i prossimi che matureranno. Deve essere la Fib Sud a farsi carico degli operai, non li può scaricare così».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here