Gelo, danni all’agricoltura per 500 milioni.

0
1013
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

“Cappotto da 500 milioni per l’agroalimentare altro che per difendersi dal freddo”. Lo afferma l’Alleanza Cooperative Agroalimentari in una nota, nel precisare che con le piogge gelate e le intense nevicate delle ultime 24 ore in Emilia Romagna, Liguria, Lombardia e Veneto peggiora il già pesante bilancio per gli agricoltori e per le imprese agricole. Se la frutta stagionale è al riparo, perché già è stata raccolta, gelo e neve hanno bruciato oltre il 30% della produzione orticola (tra questa broccoli, verza, finocchi, carciofi) in Puglia, Campania, Lazio, Emilia Romagna, Liguria, Sardegna, alta Toscana, Lombardia e Veneto. Altri danni arrivano dalle serre, il peso della neve ne ha fatto collassare oltre il 15%. Lo stress da freddo, afferma l’Alleanza, ha ridotto la produzione di latte ovino e caprino di oltre il 20%. Forte l’impennata dei costi di energia sostenuti dalle imprese.

Notevoli, anche se a macchia di leopardo, i disagi per il ritiro del latte fresco. A rischio oltre il 35% degli alberi da frutta già in fiore per il gennaio insolitamente caldo. C’è, infine, un altro spettro che incombe nelle campagne: gli effetti di questo freddo, conclude l’Alleanza, rischiano di avere una lunga coda sui vigneti e i pescheti che nonostante torce e falò potrebbero subire ripercussioni per la prossima vendemmia perché già stressate da una estate molto torrida.

Coldiretti, per gelo consegne alimenti a rischio. Gli effetti del gelicidio sulla circolazione stradale rischiano di ostacolare le consegne di prodotti deperibili, come le verdure, nei negozi e nei supermercati per questo week end. E’ quanto afferma la Coldiretti, in riferimento agli effetti del particolare fenomeno atmosferico che sta interessando importanti zone ortofrutticole del Paese. Con oltre l’80% delle merci che viaggia su gomma in Italia in pericolo, precisa la Coldiretti, ci sono anche le esportazioni verso i Paesi del nord Europa, con un ulteriore aumento delle perdite subite dagli agricoltori. Tutto questo a cui si aggiunge il gelicidio nei boschi, vigneti e frutteti che rischia di provocare una strage per la rottura dei rami che cedono sotto il peso della pioggia ghiacciata. Una calamità che fa aumentare i danni nelle campagne, dove da Nord al Centro fino al Sud il gelo ha già distrutto almeno il 20% del raccolto di ortaggi come lattughe, patate, carciofi, cavoli, verze, cicorie e broccoli ma anche i vivai di piante e fiori, mentre sono perduti in molti casi gemme e fiori di piante da frutto, dalle albicocche ai mandorli.(ANSA)

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here