La Misericordia di Chiusano San Domenico fa servizio in Terra Santa, a Betlemme.

0
647
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Fare servizio in aiuto del prossimo nei luoghi sacri della cristianità. È la straordinaria esperienza che i confratelli e le consorelle delle Misericordie d’Italia possono fare nella sede della prima Misericordia della Terra Santa, a Betlemme, che la Confederazione nazionale ha inaugurato a fine 2013. Un luogo dove i fratelli di ogni parte d’Italia possono fare servizio, un’esperienza che tocca i cuori e li cambia per sempre, visto l’indubbio fascino che ha il poter compiere opere di misericordia laddove visse e predicò Gesù.
Sono tre i volontari della Misericordia di Chiusano di San Domenico che hanno deciso di affrontare un’esperienza difficile che, nonostante l’incognita, di certo lascerà il segno. Carmen, Cristina e Mirko, ragazzi in servizio civile: sono loro i tre  volontari che sono partiti il 30 novembre e rimarranno fino all’11 dicembre in supporto della Misericordia di Betlemme, alternandosi tra due centri che si occupano di bambini con gravi disabilità della «Casa Hogar Nino Dios», e agli anziani della Casa di Riposo «Società Antoniana» di Betlemme.
Tutti i confratelli e consorelle delle Misericordie d’Italia possono prestare servizio nella Misericordia in Terra Santa. I ragazzi ci tengono a far sapere che questa esperienza nei luoghi sacri dove è vissuto Gesù, mettendo in atto le Opere di Misericordia, ti cambia per sempre e molto emozionati ci dicono: “le sensazioni provate sono tante e molto forti, ti toccano il cuore, al punto da non riuscire a spiegarle a parole”, ma invitano tutti ad affrontare senza timore questa missione di pace e affermano che torneranno molto cambiati nell’animo.
Inoltre, i ragazzi ringraziano Elias, il governatore della Misericordia di Betlemme che “ci ha fatto scoprire le meraviglie di questa Terra”, rimanendo sempre al fianco dei volontari.
I tre giovani hanno già deciso che torneranno presto in queste meravigliose Terre, aggiungendo “Inshallah”, ovvero “come Dio vuole”.
Il Governatore della Misericordia di Chiusano di S.D.co ringrazia la Misericordia di Betlemme per la straordinaria l’ospitalità, la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia che ha curato nei minimi dettagli tutto il percorso dei confratelli e un ringraziamento particolare a chi ha diretto e curato il percorso in Terra Santa con eccellente professionalità Lea Faggioli Operatore e Referente del Servizio Civile in Campania
È proprio il caso di utilizzare il motto delle Misericordie “Ragazzi, che Iddio ve ne renda merito”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here