La Sidigas fa sua gara 3 contro Milano, venerdì match point per chiudere la serie.

0
1576
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano


Esordio casalingo nei playoff per la Sidigas Scandone Avellino. I biancoverdi  di coach Maffezzoli si portano sul 2-1 nella serie battendo AX Armani Exchange 69-62. La truppa irpina ha condotto il match sin dalle prime battute rimanendo sempre in controllo della gara nonostante il ritorno delle scarpette rosse nel terzo periodo, ma Filloy e compagni hanno saputo mantenere i nervi saldi e nell’ultimo quarto hanno ripreso a difendere e segnare. Ottima la prova di Filloy che nei momenti cadi ha letteralmente preso per mano la squadra e l’ha condotta alla vittoria coadiuvato da Udanoh (14 punti 8 rimbalzi 4 assist) e da Harper (14 punti).

Primo Quarto (21-18): Primo match dei playoff al PalaDelMauro, questi i due starting five: per Avellino, Sykes, Harper, Silins, Udanoh e Yoiung; per Milano, Jerrells, Nunnally, Brooks, Micov e Tarczewski. Inizio sprint della Sidigas, che sfrutta subito il fattore campo con il parziale corale di 10-3: dopo 3:30 è time-out per coach Pianigiani. I biancoverdi continuano a giocare sulla falsa riga dei primi minuti di gioco, piazzando un altro pesante break di 8-2 grazie ai tiri di Sykes e Harper e la potenza fisica di Young e Udanoh: sul 21-7 è il capitano dell’Olimpia a salire in cattedra con due triple consecutive che ridanno speranza ai compagni. Lo seguono infatti a ruota Brooks con il gioco da tre punti e Tarczewski con l’appoggio a tabella che siglano il punteggio di 21-18 al termine dei primi 10′.

Secondo Quarto (39-29): Il tiro del ritrovato Nichols inaugura la seconda frazione di gioco, dall’altra parte del campo segna ancora capitan Cinciarini ma replicano prontamente Filloy con il tiro dall’arco e Young con la schiacciata (28-20). Costretto Young ad uscire per un problema al piede, coach Maffezzoli abbassa il quintetto inserendo Luca Campogrande. Burns tenta di ricucire lo strappo con l’appoggio a tabella ma sono ancora Filloy e Sykes a togliere le castagne dal fuoco con 5 punti totali, con coach Pianigiani che spende l’ultimo time-out a disposizione nel primo tempo sul +10 per i padroni di casa. L’A|X tenta di diminuire il divario grazie alle triple di Jerrells e Nunnally ma la formazione irpina non ci sta e lo dimostra con i canestri di Udanoh e di Filloy che permettono ai biancoverdi di tornare negli spogliatoi con 10 lunghezze di vantaggio (39-29).

Terzo Quarto (49-50): Al ritorno dall’intervallo lungo Sykes segna dalla media. Brooks realizza con il tap-in mentre Sykes concretizza un rimbalzo offensivo. Le triple di Cinciarini e Micov riavvicinano Milano che ritorna a -6 (45-39). Tarzczewski fa 0/2 ma Avellino sbaglia troppo in attacco con Milano che piazza il break di 6-0 grazie a Nedovic e Micov: il match torna in parità dopo 7:20 e coach Maffezzoli chiama time-out. Entrambe le formazioni serrano i ranghi in difesa e si abbassano i ritmi offensivi: Udanoh segna dall’area, Jerrells fa 1/2 dalla lunetta e Campogrande appoggia in contropiede su assist di Sykes (49-46). Torna nuovamente negli spogliatoi Patric Young per infortunio al piede, ne approfitta Tarczewski per riportare Milano in vantaggio con 4 punti consecutivi a 28” dal termine del quarto (49-50).

Quarto Quarto (69-62): La partita è tiratissima, Milano segna e Avellino risponde colpo su colpo. A metà quarto la bomba di Ariel Filloy e il reverse di Harper riportano la Sidigas in vantaggio (60-58): time-out per l’Olimpia Milano. Grande parziale biancoverde di 8-0 grazie alle triple di Harper e Filloy e i liberi di Campogrande e Nichols:  2′ dal termine è ancora + 10 per la Scandone (68-58). Nunnally piazza la schiacciata del -8 ma al termine dei 40′ è la Sidigas a conquistare la vittoria per 69-62.

Gara-3 dei Quarti di Finale playoff è della Sidigas Avellino: i biancoverdi conquistano la vittoria per 69-62 sul parquet del PalaDelMauro contro l’Olimpia Milano. La serie si sposta sul 2-1 in favore della formazione irpina, che venerdì sfrutterà ancora il fattore campo per Gara-4, con palla a due ancora alle ore 20.30.

Così coach Massimo Maffezzoli in preda all’emozione nella conferenza stampa postpartita:

C’è grande gioia, è giusto festeggiare ed è giusto prenderci ogni briciola dell’energia contagiosa vista questa sera. Finalmente ci siamo meritati un palazzetto pieno e caldo: ho sempre detto che dovevamo meritarcelo e le due gare a Milano ci dicono che ce lo siamo meritato. Spero di non emozionarmi perché i ragazzi stasera hanno fatto qualcosa di speciale. Sapete che da più di un mese combattiamo con varie problematiche: questo gruppo invece nelle problematiche si è compattato. Ci sono ragazzi che non possono allenarsi e poi invece giocano e altri che mi vengono a dire che non ce la fanno e poi  invece giocano trenta minuti. Questi ragazzi meritano tutto quello che stanno ottenendo.

Abbiamo fatto tre quarti difensivi ai limiti della perfezione, con aggressività e ferocia: la valutazione parla chiaro, nonostante per la prima volta la squadra che ha dominato al rimbalzo non ha vinto la partita. Detto questo, siamo già in modalità Gara-4: cercheremo di presentarci sul parquet per chiuderla, il nostro obiettivo deve essere questo. Questi ragazzi hanno l’anima e l’anima spesso ti porta dove le gambe non riescono. Sono certo che venerdì mentalmente saremo pronti. Non ho molto altro da aggiungere: forse questa è stata la più bella partita dell’anno in termini di cuore e grinta. Eccellente prestazione da parte dei miei giocatori: nessuno si è tirato indietro e questa è la cosa più bella di questo gruppo. Faccio fatica a palare dei singoli perché tutti, dal primo all’ultimo, questa sera hanno dato qualcosa in campo“.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here