Libriamoci al Vanvitelli di Lioni.

0
654
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano


L’istituto “Vanvitelli” di Lioni ha partecipato alla VIII edizione di Libriamoci con la tematica “I gioghi del mondo”. Sono state coinvolte tutte le classi, con connessione multimediale nelle singole aule. Luogo designato per le performance degli alunni l’Aula magna, in cui è stata allestita in conclusione una mostra espositiva ispirata al libro di Liliana Segre “Finché la mia stella brillerà”. “L’obiettivo di Libriamoci è/era quello di avvicinare i giovani alla lettura, come fonte ispiratrice di proprie riflessioni e progetti ad essi ispirati e sembra proprio che si siamo riusciti”, riferiscono dall’istituto.

La prima giornata ha avuto avvio con le slide ispirate a “L’eleganza del riccio” e sono affrontate tematiche esistenziali visionate poi nella realizzazione cinematografica del libro di Muriel Barbery. Ma molte altre sono state le proposte e i lavori realizzati: stralci di letture, drammatizzazioni, testimonianze musicate, prodotti multimediali e video da i grandi temi de “Il piccolo principe” a “Fatti di cronaca” di Siani passando per la parità di genere e i diritti calpestati delle donne in “Mille splendidi soli” di Hosseine fino a trattare dell’Afghanistan partendo da “Il cacciatore di aquiloni”.

Ed è proprio con una frase di speranza di Hosseine che ha avuto avvio la video-conferenza dell’ex Ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, mercoledì 17 novembre. Dopo un breve ed esaustivo excursus sulla storia più recente, ha mostrato agli alunni immagini dell’operazione Aquila Omnia, ossia l’evacuazione di migliaia di persone in cerca di salvezza.

Con l’obiettivo di trasferire agli allievi dell’indirizzo di Accoglienza Turistica il valore della memoria e della promozione del proprio territorio, si è svolta invece la quarta giornata dedicata a Frigento, un paese narrato da Francesco di Sibio in 12 storie raccolte in “Cosa vuoi che sia un anno” una per ogni mese dell’anno e illustrate dagli alunni in un simbolico calendario rappresentativo delle più suggestive immagini del libro da donare all’autore che, accompagnato dal Sindaco di Frigento, ha animato un’intera mattina tra letture ed immagini turistiche del proprio paese dando suggerimenti e spunti ad alunni entusiasti ed attenti. La manifestazione si è conclusa con la mostra, curata dagli alunni in cui immagini di un passato da non dimenticare “brillavano” di nuove speranze per un futuro migliore.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here