Modelli organizzativi innovativi per i pazienti oncologici al Fatebenefratelli di Benevento.

0
1292
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano


“Il nostro obiettivo è quello di mettere al centro del nostro operato il paziente oncologico, in sintonia con la vera mission dei nostri ospedali”.

E’ quanto afferma il dottor Antonio Febbraro, responsabile dell’Unità operativa di Oncologia dell’ospedale Fatebenefratelli di Benevento, spiegando le attività del nosocomio in relazione ai nuovi modelli organizzativi in atto.

L’Oncologia Medica del nosocomio, spiegano i dirigenti, “ha da sempre cercato di associare, ad una attività assistenziale costantemente crescente, l’implementazione di nuovi modelli e nuove esperienze organizzative, con lo scopo di migliorare da un lato la propria performance, dall’altro l’outcome dei pazienti che si rivolgono ai suoi specialisti”.

Tutto ciò, afferma Febbraro, “è reso possibile non solo grazie all’impegno ed al valido supporto dei miei collaboratori (dottori Corbo, Spagnoletti, Campagna), ma grazie soprattutto alla forte spinta che ci viene data dal nostro padre priore fra Gian Marco Languez, dal direttore amministrativo Giovanni Carozza, e da quello sanitario Giovanni Guglielmucci. Da questa base nasce la ricerca di una continua progettualità messa in campo dall’Unità Operativa Complessa di Oncologia del Fatebefratelli, prima tra tutte, dice Febbraro, “la rete cooperativa assistenziale che, coordinata da questa Unità, vede coinvolte diverse strutture cliniche accreditate della Campania; questa rete ha lo scopo di creare un percorso unico e condiviso che, partendo dalla discussione multidisciplinare del caso clinico, affronta collegialmente tutte le varie tappe diagnostiche e terapeutiche che il caso richiede”. Afferma Febbraro: “Per migliorare l’outcome del paziente neoplastico , l’unico strumento idoneo è rappresentato dall’approccio multidisciplinare”.Altro progetto in corso è il Patient Support Program (PSP), disegnato con lo scopo di aiutare le pazienti affette da carcinoma mammario metastatico e i caregivers ad ottenere la miglior esperienza possibile dal trattamento terapeutico.Si basa su: educazione sulla patologia e sulla terapia; motivazione e controllo sulla compliance, supporto logistico ed emozionale, supporto nel monitoraggio, ottimizzazione delle visite (ANSA).

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here