Mercogliano, Carabinieri e Polizia Municipale sperimentano rilevamento elettronico Targha 193.

0
325

IMG_7093In via di sperimentazione da parte del Comando Polizia Municiaple di Mercogliano e della locale stazione dei Carabinieri  il sistema di rilevamento elettronico «Targha 193».

Ieri mattina gli uomini della Polizia Municipale coadiuvati dai militari della locale stazione dei Carabinieri hanno svolto la prima giornata di prova della nuova strumentazione dedicata al rilievo istantaneo delle irregolarità delle certificazioni delle automobili in transito. L’apparecchiatura, fornita dall’azienda «Selea» di Mantova, rappresenta, infatti, un’efficace soluzione tecnologica per la lotta all’evasione assicurativa in quanto segnala in tempo reale la circolazione su strada di veicoli non assicurati, non revisionati, rubati, frodi assicurative, sotto sequestro o sottoposti a fermo amministrativo. Presenti per valutare la funzionalità e l’utilità della strumentazione anche una delegazione dei corpi di Polizia Municipale di Roccabascerana e Monteforte Irpino. Il lettore di targa si collega, quindi, alla banca dati del Ministero dei Trasporti per verifica della copertura assicurativa e della revisione.

«Questo sistema, simile al “Falco” utilizzato ad Avellino e San Martono, è in via sperimentale solo nel nostro comune – afferma il Comandante della Polizia Municipale Avvocato Michele Leo -. A breve valuteremo se dotarcene o meno. Sicuramente rappresenta un valido supporto al nostro lavoro volto al controllo immediato di assicurazioni, revisioni e veicoli rubati».

Così, ieri mattina, sono state installate le due postazioni, distanti circa 200 metri l’una dall’altra, in via Nazionale a Torrette di Mercogliano: «Una postazione si occupa del rilevamento della targa – spiega Leo – l’altra, invece, è dedicata alla contestazione immediata delle sanzioni. Inoltre, quando un’auto viene fermata si procede anche con ulteriori controlli per il riscontro di eventuali altre irregolarità o criticità che possono emergere».

In due ore sono state fermate oltre 25 autovetture: «sono state riscontrate assicurazioni e revisione scadute immediatamente contestate tramite sanzione e nessun veicolo è risultato rubato – afferma il Comandante – .

Nei prossimi giorni proseguiremo con altre giornate di prova per valutarne l’efficacia rispetto a quello che può essere definito anche un allarme sociale rilevante». Il riferimento del Comandante è  proprio alla frequenza con cui vengono rilevate queste irregolarità: «anche se in maniera meno frequente rispetto alle zone del napoletano occorre fare attenzione. La revisione, infatti, certifica la sicurezza dell’autovettura e il controllo dei veicoli diventa anche un forte strumento di prevenzione agli incidenti stradali».

A supportare l’attività della locale Polizia Municipale  gli uomini della locale stazione dei Carabinieri diretti dal M.llo Pasquale Maffei impegnati a fermare le auto in transito: «Se dopo le giornate di sperimentazione – conclude Leo -, lo riterremo utile e necessario ad una maggiore sicurezza stradale non esiteremo ad adottare il sistema nell’interesse dei cittadini».

LASCIA UN COMMENTO