Torna la festa del Migrante, dal 17 al 24 luglio a Cairano.

0
189

La Pro Loco Cairano nasce con lo scopo di valorizzare il territorio del piccolo e caratteristico Comune altirpino, dal punto di vista culturale, paesaggistico, storico ed archeologico attraverso la riscoperta delle tipicità, delle tradizioni e più in generale delle bellezze del paese. La Pro Loco vuol rappresentare, non solo un punto d’incontro e di scambio culturale, ma il motore che anima la piccola comunità di Cairano costituita dai residenti, dai cairanesi sparsi nel mondo e da tutte quelle persone che già sono o saranno presto innamorate di Cairano. Anche per l’estate del 2017 sono tante le attività, organizzate per la crescita socio-economico-culturale del territorio comunale e non solo.

L’appuntamento più importante, organizzato con il patrocinio dell’amministrazione comunale del sindaco Luigi D’Angelis, è “La Festa del Migrante” dal 17 al 24 Luglio. Un insieme di momenti conviviali e di intrattenimento “Paesano” che si alternano a visite del territorio e ricorrenze locali (come da programma in allegato) Niente effetti speciali, nulla di artificiale. I protagonisti saranno la semplicità e la tranquillità di Cairano. Una settimana per irrobustire le proprie radici e alla riscoperta dei luoghi e dei legami delle origini. Una serie di eventi per far rivivere, in particolar modo ai vari emigranti che arriveranno in Alta Irpinia nei prossimi giorni, la magia della Cairano di un tempo e la bellezza della Cairano di oggi.

Soddisfazione per l’organizzazione di un nuovo ed importante evento nelle parole del presidente della Pro Loco Cairano Gerardo Marziello. “Anche quest’anno la nostra associazione – dice il presidente Gerardo Marziello – è riuscita a mettere in piedi un bel programma fatto di varie iniziative dedicate alla crescita sociale e culturale della nostra piccola Comunità. L’evento più importante del 2017 è La Settimana del Migrante, dedicata a tutti coloro che sono stati costretti a partire ed allontanarsi da Cairano per varie ragioni. Un evento che guarda ai sentimenti, ai ricordi ed alla storia di tante persone che nel nostro paese hanno lasciato un pezzo del loro cuore. Orgogliosi di quello che abbiamo fatto e faremo in futuro, dico grazie a tutti coloro che collaborano per la buona riuscita delle iniziative della nostra Pro Loco”.

La Festa del Migrante invece, è la realizzazione di un sogno per Raffaele Schiavone, coordinatore del progetto ed anche lui, tra l’altro, emigrante prima in Venezuela e poi nel Centro-Italia. “La Settimana del Migrante – dice il coordinatore del progetto Raffaele Schiavone – è dedicata alla migrazione quale evento sociale e movimento che ha visto la decrescita demografica del territorio ed in particolare di Cairano. L’obbiettivo è quello di riavvicinare i nostri compaesani ai luoghi di origine, riallacciare rapporti a volte affievoliti per la lontananza, far rivivere agli ospiti l’ambiente di un passato a volte anche abbastanza lontano, rendere la loro permanenza piacevole e facilitare e promuovere vecchi e nuovi rapporti. L’evento – conclude Schiavone – è rivolto a tutti i nostri compaesani che per scelta e/o per necessità vivono lontano da Cairano sia in Italia che all’estero ed a tutti quelli che vogliono partecipare ad una settimana di eventi anche culturali a prescindere dalle proprie origini e dal luogo di residenza”.

LASCIA UN COMMENTO