Il bacio azzurro di Pino Tordiglione anteprima dell’Aqua Film Festival all’Isola d’Elba.

0
143

Il film “Il bacio azzurro” di Pino Tordiglione sarà l’anteprima dell’Aqua film festival che si terrà da venerdì 23 a domenica 25 giugno all’Isola d’Elba, nel comune di Portoferraio.  La proiezione, fuori concorso, giovedì 22 giugno al Cinema Nello Santi, anticipa la rassegna, nata da un’idea di Eleonora Vallone, attrice, giornalista ed esperta di metodiche in acqua, dedicata allo straordinario mondo dell’acqua nei suoi diversi valori e nelle diverse funzioni di utilizzo.

“Il festival intende valorizzare l’elemento acqua sul territorio – afferma Eleonora Vallone – come fonte di vita, di energia, di salute, di memoria, da amare, rispettare, valorizzare e temere, attraverso l’immagine in movimento catturata dall’Uomo, sotto forma di messaggio sociale di libertà, di sport di arte, consapevolizzando chi ne ha in abbondanza e aiutando i Paesi che non ne hanno”.  “Se l’acqua è risorsa insostituibile e preziosa – prosegue Vallone – il cinema e l’audiovisivo sono risorse insostituibili per l’immaginario contemporaneo. Il cinema, dunque, può farsi veicolo di riflessioni sul tema dell’acqua, ispirando allo stesso tempo creatività e narrazioni. L’acqua scorre e nutre la nostra vita, il cinema racconta la nostra vita che scorre. Il bacio azzurro lancia un messaggio importante sul valore dell’acqua. Cattura l’attenzione di tutti per la straordinaria bellezza delle scene e il messaggio poetico. Tordiglione ha raggiunto la mission di comunicare l’acqua che ci avvolge, attraverso le emozioni del Cinema”.

L’anteprima del film scandisce il percorso verso la seconda edizione del festival con una ricca scelta di cortometraggi, eventi e workshop. Il bacio azzurro racconta, in chiave fiabesca ed educativa, il viaggio dell’acqua dell’immenso bacino idrico dell’Irpinia. Un tour nel mondo magico dell’acqua tra Irpinia e Sannio che affronta una tematica importante: l’acqua come fonte di vita, un bene prezioso, icona poetico-magica, archetipo universale. Immagini meravigliose e scenari affascinanti tratteggiati con sapienza filmica. Un viaggio spirituale, culturale, ecologico ma anche un viaggio intimo, relazionale, poetico. Il taglio fotografico del film presenta uno scenario insolitamente magico. Il tono vagamente favolistico invita lo spettatore a recuperare la dimensione del sogni perduti. Il bacio che la Terra riceve bagnata dalla pioggia, parafrasando una famosa poesia di Garcia Lorca da cui trae spunto il titolo, è stato trasferito nella trama del film che scorre liquida su uno sfondo naturale in cui il potere delle immagini emoziona e sorprende. Un film coraggioso e necessario nella sua prospettiva ambientalista. Al centro delle scene l’acqua, nelle sue mille forme, dalla pioggia alle lacrime di un bambino, fonte di vita e custode di segreti, speranze ed emozioni. Il programma del festival prevede una selezione di cortometraggi e “cortini” dedicati al tema dell’acqua. I film presentati si focalizzano sul profondo legame tra gli esseri umani e la natura, legame da salvaguardare. Accanto alla competizione nel cartellone ricco di eventi una serie di incontri e workshop che si terranno tutte le mattine. Tre gli eventi speciali la sezione non in concorso, tra cui la proiezione di “Odyssèè” di Jérôme Salle con Lambert Wilson e Audrey Tautou, sulla vita di Jacques-Yves Cousteau.

“Abbiamo voluto fortemente questo festival – ha detto Roberto Marini, vicesindaco e assessore alla cultura di Portoferraio – dedicato all’elemento essenziale per il territorio, un elemento di vita e di sviluppo, un tesoro insostituibile. Nel già nutrito programma di eventi culturali di Portoferraio e di tutta l’Elba, non poteva quindi mancare un momento di alto profilo dedicato all’acqua, vera essenza della nostra isola”.

Il Festival, realizzato dall’Associazione Universi Aqua, è organizzato in collaborazione con VisitElba e patrocinato da: Ministero Ambiente, Ancim Associazione Nazionale Isole Minori, Lega Ambiente, Unesco, WWAP Risorse Idriche Mondiali, Comitato Olimpico Italiano, Fondazione Principe Alberto II di Monaco, Consolato del Principato di Monaco a Firenze, Università Tor Vergata di Roma e Centro Sperimentale di Cinematografia italiana.

 

LASCIA UN COMMENTO