Benigni (Presidente Ordine Avvocati): ottimismo per uscire dalla crisi.

0
141

arton8969-71658Gli effetti della crisi economico-finanziaria che dura ormai da più di 5 anni si sentono anche sul mondo delle professioni, come spiega il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Avellino Fabio Benigni, intervistato da IrpiniaNews:

“L’avvocatura come tutta le professioni è destinataria di una crisi economica che crea tutta una serie di disagi. A questo bisogna aggiungere che negli ultimi 10 anni il legislatore ha messo in campo una serie di leggi che hanno svilito la figura dell’avvocato e hanno acuito i problemi del settore. La negoziazione assistita, la mediazione e l’arbitrato forense, che, però, non hanno sortito i risultati sperati. Ricorrendo a questi istituti il cittadino dovrebbe rinunciare alla giurisdizione dello stato e al giudizio del magistrato e questo non spesso è accettato di buon grado. Tutti questi nuovi istituti, inoltre generano ulteriori oneri e richiedono ulteriori adempimenti a carico dell’avvocato per accedere alla fase giudiziaria. Tutte attività che già venivano espletate prima di introdurre la causa o la transazione tra le parti e che adesso risultano semplicemente ridondanti.”

Benigni critica anche il nuovo regolamento della Cassa Forense che prevede l’iscrizione obbligatoria, misura penalizzante soprattutto per i più giovani.

Infine, c’è il problema della sede ormai obsoleta del Palazzo di Giustizia, e del processso telematico che porterà benefici solo nel lungo periodo.

In chiusura, un avvertimento sul rischio di deriva che corre Avellino, che non è più una città per famiglie.

LASCIA UN COMMENTO