Gioco d’azzardo minorile ed illegale, operazioni GdF sul territorio.

0
93

Due centri scommesse, un circolo ricreativo ed un bar sono stati segnalati alle diverse autorità competenti all’esito di una serie di controlli messi in campo nelle ultime settimane dalla Guardia di Finanza di Avellino, per contrastare il gioco minorile ed irregolare.

Il Nucleo Mobile della Compagnia di Avellino, infatti, ha sottoposto a controllo diverse attività commerciali operanti nello specifico settore del gioco e delle scommesse, sia sul capoluogo irpino che su altri comuni limitrofi al fine di verificarne l’aderenza alla specifica normativa.

All’esito degli stessi:

– i gestori di due centri scommesse operanti in avellino sono stati segnalati per il gioco minorile poiché i finanzieri rinvenivano all’interno dei locali soggetti minorenni, in violazione dei commi 20 e 21 dell’art. 24 del d.l. 98/2011 (normativa in materia di giochi – c.d. decreto Balduzzi) che impongono il divieto di accesso presso i centri scommesse per i minori e l’obbligo di identificazione dei giocatori mediante richiesta di esibizione di un documento che ne attesti la maggiore età. La sanzione pecuniaria ammonta a 20.000 euro e prevede la chiusura dei locali da 10 a 30 giorni;

– il proprietario di un circolo ricreativo di Avellino è stato segnalato alle autorità competenti e alla procura della repubblica per la mancata esposizione della tabella dei giochi

Vietati prevista dall’art. 110 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (c.d. tulps);

– due slot machine sono state sottoposte a sequestro presso un bar in Santa Paolina (AV) perché non conformi a quanto previsto dalla lettera c) del comma 9 dell’art. 110 del tulps. Il proprietario del bar ed il gestore degli apparecchi sono stati segnalati alle autorità competenti e le sanzioni elevate ammontano ad 16.000 euro.

I risultati conseguiti dalla Compagnia di Avellino evidenziano l’impegno che le fiamme gialle irpine stanno profondendo nel contrastare sia il fenomeno dei giochi illegali e irregolari che, soprattutto, il pericoloso avvicinamento dei minorenni al mondo delle scommesse.

 

LASCIA UN COMMENTO