Guardia Sanframondi, mozione no diserbanti in Comune venerdì 10.

0
99

1016959_4124691410948_7819694192165557467_nLa sala consiliare della casa comunale di Guardia Sanframondi ospiterà, alle ore 19,30 del 10 luglio prossimo, la presentazione della mozione sulla “Salvaguardia del territorio comunale dall’uso dei diserbanti chimici negli interventi di controllo delle erbe infestanti”, proposta dall’associazione onlus “icoraggiosi”.

Il sodalizio guardiese, con tale iniziativa, intende puntare i fari su un aspetto non più rinunciabile, soprattutto per l’intensificarsi delle pratiche di riserbo chimico che interessano le aree agricole, pubbliche e urbane.

E’ sempre più evidente che molti agricoltori utilizzano il diserbo nelle aree coltivate, ma anche semplici cittadini che irrorano le fasce erbose nei pressi delle loro abitazioni con erbicidi; cui bisogna aggiungere che si è fatto uso di diserbo, da parte del corpo forestale, anche in aree protette, come l’area faunistica nei pressi della pineta di Guardia Sanframondi dove insiste una sorgente d’acqua utilizzata per l’approvvigionamento alla rete idrica locale.

“La pratica del diserbo – si legge nella mozione -, erroneamente considerata come alternativa agli interventi di tipo meccanico, è oggi utilizzata anche, sostenuta dalle industrie chimiche che producono il diserbante più aggressivo e meno selettivo oggi sul mercato (a base di glyphosate), per il «decoro» delle strade pubbliche e delle scarpate da varie amministrazioni dello stato. Ben sapendo che, una volta effettuato il primo trattamento, si dovrà continuare anche negli anni successivi per evitare la proliferazione delle erbe più aggressive, libere di espandersi in seguito alla scomparsa della vegetazione che presidiava il terreno”.

Ma c’è dell’altro. Il glyphosate è certamente tossico per la vita acquatica e il suo uso è tassativamente vietato per i bordi dei corsi d’acqua e delle zone umide, anche a basse concentrazioni.

  In considerazione, quindi, dei gravi rischi che tale uso comporta, l’associazione “coraggiosi”, impegna il sindaco e la giunta:

• ad attivarsi utilizzando tutti gli strumenti a disposizione (delibere, ordinanze, regolamenti ecc.) per normare e porre limiti all’utilizzo di sostanze diserbanti chimiche all’interno del Comune di Guardia Sanframondi a salvaguardia della salute umana, dell’ambiente e della biodiversità;

• a disincentivare l’utilizzo della pratica del diserbo in agricoltura in favore di tecniche alternative naturali;

• all’adozione del simbolo ”dell’ape Rosina” come marchio di qualità, per i prodotti coltivati sul nostro territorio;

• a garantire che nei bandi di gara emanati dal comune per gli appalti pubblici riguardanti gli interventi di contenimento delle infestanti venga indicato come unica tipologia di intervento possibile quello meccanico;

• a interloquire con i responsabili del settore manutenzione strade della Provincia affinché all’interno del territorio provinciale vengano utilizzati esclusivamente metodi di tipo meccanico;

• a informare attraverso incontri e comunicazioni scritte i rivenditori sul territorio comunale e tutti i cittadini sui rischi per l’ambiente e per la salute umana nell’utilizzo e di vendita di prodotti diserbanti;

• a integrare il regolamento di polizia rurale vigente.

La mozione, in seguito, sarà inviata a tutti i consigli comunali dei paesi della valle Telesina, Vitulanese e Titernina.

LASCIA UN COMMENTO