I ragazzi dell'Accademia Kandinsky all'Hospice di Solofra, un sorriso per Natale.

0
58

Foto concerto HospiceE’ stata una serata intensa e indimenticabile per i pazienti del Pain Control Center Hospice di Solofra, i loro familiari, il personale e i dirigenti dell’Asl Avellino che hanno assistito a uno spettacolo di grande dolcezza e spiritualità, denominato “Magie del Natale, uniti per un sorriso”, meravigliosamente interpretato dalla Classe di canto moderno dell’Accademia Kandinsky di Avellino, sotto la sapiente direzione della docente Angela Ruggiero, conosciutissima e apprezzatissima cantante e autrice.

I giovanissimi interpreti, lo scorso 20 dicembre, esibendosi in forma assolutamente gratuita, hanno presentato una scaletta di brani natalizi, dando vita a un concerto denso di emozioni e a uno spettacolo artistico e musicale che resterà per sempre nel cuore e nella mente di chi sta vivendo in prima persona l’esperienza della malattia.

Ogni singola nota, grazie all’eccelsa bravura canora e interpretativa degli allievi dell’Accademia Kandinsky, si è trasformata in un messaggio di speranza e di gioia comune, cogliendo in pieno la dolcezza e la serenità dell’atmosfera natalizia. All’organizzazione e al successo dell’iniziativa hanno contribuito in maniera determinante anche i tecnici che hanno curato il settore riguardante le apparecchiature e le luci, e i familiari degli allievi della classe di canto, che hanno offerto un ricco buffet ai degenti e alle loro famiglie e al personale del centro residenziale dell’Asl Avellino dedicato alle cure palliative e alla terapia del dolore.

La Classe di canto moderno dell’Accademia Kandinsky è formata dalle piccolissime Giorgia Di Giacomo, Paola De Feo, Clara Costabile e Sara Sgambato, e dai giovanissimi Yasmin Corrado, Melina Renna, Simone Patrone, Lucia Marinari, Maria Pia Ficociello, Angelo Lazzazzera, Roberta Della Fera, Olga Calabrò, Maria Rosa Cerchione, Federica Piscopo, Soraya Maria Cirino e Hera Guglielmo.

Tutte le iniziative per le festività di fine anno, promosse dall’Associazione House Hospital onlus e dalla Cooperativa Nursing Service, sono state realizzate anche grazie alla sensibilità e alla disponibilità del direttore generale dell’azienda sanitaria irpina, il dottor Mario Nicola Ferrante.

LASCIA UN COMMENTO