Incontro De Luca-Province ad Avellino.

0
109

e97a2008bc709af1047c56bece97571c_LIl presidente della Provincia, Domenico Gambacorta, unitamente ai colleghi presidenti delle Province di Benevento Claudio Ricci, di Caserta Angelo Di Costanzo e di Salerno Giuseppe Canfora, ha partecipato all’incontro convocato a Palazzo Santa Lucia con il presidente della Giunta Regionale della Campania, Vincenzo De Luca e il vice-presidente, Fulvio Bonavitacola.

La riunione è stata promossa per affrontare le problematiche connesse alla difficile situazione finanziaria che stanno attraversando gli enti di area vasta e per discutere del processo di riassetto delle amministrazioni provinciali, a seguito della legge di riforma.

«L’incontro – dichiara Gambacorta – è stato cordiale e proficuo, ed è servito per avviare un confronto con le Province anche per verificare se esiste la possibilità che possano continuare a gestire le funzioni delegate dalla Regione e, comunque, non previste dalla legge Delrio, contando su risorse aggiuntive».

Al centro della discussione, quindi, i problemi di natura finanziaria e, in particolare, le difficoltà economiche che le Amministrazioni Provinciali già registrano e per le quali c’è la consapevolezza della necessità assoluta di interventi per il pareggio di bilancio per l’anno 2015.

«Il presidente De Luca – prosegue Gambacorta – ha garantito che porterà all’attenzione del Consiglio Regionale una proposta di legge per il riassetto delle Province, con l’obiettivo di arrivare all’approvazione entro il 30 settembre, per dare certezze normative e finanziarie agli enti locali di area vasta».

Il presidente De Luca ha assicurato il pieno impegno della nuova Giunta regionale per l’approvazione della legge di riordino delle funzioni delle Province, superando i gravi ritardi che hanno visto la Regione, per oltre un anno, incapace di adempiere a quanto previsto dalla legge nazionale.

A tale scopo il presidente De Luca ha proposto la costituzione di un gruppo di lavoro congiunto Regione-Province, per definire ipotesi normative, da sottoporre al Consiglio regionale in tempi brevi, su legge di riordino delle competenze provinciali, legge sul ciclo dei rifiuti, legge forestale.

Nel corso della riunione si è discusso, altresì, dei problemi legati ai fondi per i progetti del comparto idraulico-forestale e della gestione degli Ato rifiuti.

LASCIA UN COMMENTO