Riparte Sistema Irpinia tra cultura e memoria.

0
93
19_SET_2014Riparte con rinnovato slancio il ciclo di manifestazioni artistiche e culturali che vede protagonista la regione dell’Irpinia. Con “Irpinia: un sistema fra cultura e memoria” – titolo che rimarca sin da subito il tema che lega gli appuntamenti del nuovo palinsesto –, il territorio si anima, dal 19 settembre 2014 al 31 gennaio 2015, di iniziative legate al cinema, alla fotografia e alle arti visive, facendo emergere le incredibili eccellenze artistiche di una terra che ha dato i natali, ma anche le opportunità di crescita, ad alcune tra le personalità più rilevanti della cultura italiana a livello internazionale.
Il grande successo ottenuto da Sistema Irpinia per la Cultura Contemporanea – edizione pilota della primavera 2014 – ha messo in moto quel “contagio” benefico a cui i promotori del progetto, in primis la direttrice artistica Maria Savarese affiancata dalla preziosa consulenza di Andres Neumann, aspiravano. Da Mirabella Eclano, Rotondi e Manocalzati, il teatro degli appuntamenti – che gode del matronato del Madre Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli – si sposta a Bagnoli Irpino, Sant’Angelo dei Lombardi con la splendida location dell’Abbazia del Goleto, Nusco e Avellino con il Carcere Borbonico.
I protagonisti di questo secondo appuntamento sono: Ettore Scola, Toni Servillo, Gianni Fiorito, con la prima mostra sulla filmografia di Paolo Sorrentino, e Piero Pizzi Cannella. Il marcato taglio fotografico, documentaristico e cinematografico che caratterizza questa fase del progetto nasce da una tradizione cinematografica molto radicata nel territorio e in particolare dal festival del cinema neorealistico fondato nel 1959 a Laceno da Camillo Marino e Giacomo D’Onofrio, il Laceno d’Oro.
Le tre mostre principali (per ogni mostra verrà divulgato il relativo comunicato stampa): “Piacere, Ettore Scola”, 20 settembre – 12 ottobre 2014, Abbazia del Goleto, Sant’Angelo dei Lombardi (AV): è la prima grande mostra organizzata sino a oggi in onore del regista italiano. Nella giornata inaugurale, sabato 20 settembre, in un’occasione del tutto eccezionale, Toni Servillo leggerà alcuni brani della sceneggiatura del film “Trevico-Torino – Viaggio nel Fiat-Nam”. “Gianni Fiorito.
Il cinema di Paolo Sorrentino”, 25 ottobre – 23 novembre 2014, Abbazia del Goleto, Sant’Angelo dei Lombardi (AV): Gianni Fiorito, fotografo di scena delle pellicole di Paolo Sorrentino, espone i suoi scatti nella prima antologica dedicata alla filmografia del noto regista partenopeo, dal primo film “L’uomo in più” a “La Grande Bellezza”.
In anteprima assoluta, anche un’anticipazione fotografica del nuovo film “La giovinezza”, in uscita nella primavera 2015. “Piero Pizzi Cannella. La fontana ferma. Fusioni in bronzo 1987 – 2013”, 17 gennaio – 8 febbraio 2015, Carcere Borbonico, Avellino: Piero Pizzi Cannella, uno dei più emblematici artisti italiani, espone per la prima volta in Irpinia una serie inedita di sculture in bronzo accompagnate da alcune grandi opere su carta.
Fondamentale supporto delle mostre, è il programma di talks, seminari e presentazioni: “Incontri”, a cura di Andres Neumann e con la collaborazione di Giada Petrone, Bagnoli Irpino, Nusco: il ciclo di incontri ha come tema centrale la memoria, intesa come memoria viva. Obiettivo di Neumann è ricercare nuove modalità di trasmissione e valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali materiali e immateriali.
Per farlo, si avvarrà del contributo di noti attori, registi e personaggi di spicco della cultura internazionale: – Venerdì 19 Settembre 2014 a Nusco con Michelle Kokosowski : ‘Il futuro ha radici nel tempo e nello spazio’ – Lunedì 13 ottobre 2014 a Bagnoli Irpino con Moni Ovadia: ‘L’arte e la cultura sono una priorità politica?’ – Sabato 22 novembre 2014 a Nusco con Fabrizio Gifuni: ‘Il territorio tra memoria e contemporaneità’ “Irpinia fra cultura e memoria. Sulle vie del grano e della storia”, presentazione del libro fotografico di Fabio Donato, dicembre 2014, Bagnoli Irpino. “Irpinia Madre”, presentazione del documentario di Nicolangelo Gelormini, gennaio 2015, Bagnoli Irpino: il cortometraggio raccoglie le testimonianze di – e su – alcune figure illustri che hanno mosso i primi passi dalle terre d’Irpinia, per invadere il Paese ed il mondo col proprio talento, la propria capacità imprenditoriale, il proprio impegno politico, la propria arte, i propri sogni.
Alcuni nomi: Vinicio Capossela, Ettore Scola, Nicola De Maria, Sergio Leone, Salvatore Ferragamo.

LASCIA UN COMMENTO