Solofra, consiglieri di minoranza chiedono atto di indirizzo per Casa dell'Acqua.

0
126

Casa-dellacquaI consiglieri di minoranza Antonio D’Urso, Eugenio Del Vacchio, Gerardo De Stefano e Gabriele Pisano, avanzano la proposta all’amministrazione comunale per la realizzazione in piazza Mercato della “Casa dell’Acqua”.

L’iniziativa è stata sottoscritta dai consiglieri e trasmessa al Comune per essere discussa in consiglio comunale. Inoltre al Presidente del Consiglio Comunale del Comune di Solofra, nella nota è stato chiesto di istituire un regolamento, e nella richiesta i consiglieri hanno trasmesso anche una bozza del regolamento sia in formato cartaceo che in digitale, con l’invito a sottoporre al vaglio del Consiglio Comunale la proposta per l’installazione della “CASA DELL’ACQUA”.

L’iniziativa denominata “CASA DELL’ACQUA” scaturisce nel rispetto delle politiche ambientali ed energetiche, di risparmio delle risorse e riduzione dei rifiuti nonché per migliorare le condizioni di vita dei cittadini.

La proposta della “CASA DELL’ACQUA prevede l’installazione di distributori automatici di acqua potabile a Km. 0, naturale, gassata, opportunamente microfiltrata, trattata e refrigerata, erogabile alla cittadinanza; Si tratta di moderni impianti di erogazione per la distribuzione di acqua naturale e frizzante tecnologicamente avanzati, in grado di fornire un servizio che rappresenta una sorta di valore aggiunto all’acqua distribuita tramite la rete del pubblico acquedotto;

L’attivazione della struttura permetterà una notevole riduzione dell’impatto ambientale, contribuendo alla riduzione della produzione di bottiglie in plastica e del conseguente inquinamento generato dalle attività di produzione e di trasporto a negozi e supermercati, di ritiro delle bottiglie utilizzate e trasporto a centri di trattamento per il riciclaggio, delle operazioni di lavorazione della materia prima secondaria per la realizzazione di prodotti in plastica riciclata;

Questi impianti consentono di valorizzare l’acqua di rete e si caratterizzano anche come spazi di aggregazione sociale, strumento di comunicazione tra le amministrazioni locali ed i propri cittadini;

L’Iniziativa si mostra lungimirante per valorizzare le risorse territoriali, soprattutto quando queste sono altresì accompagnate da un notevole risparmio in termini economici per la cittadinanza, considerando soprattutto la difficile congiuntura economica attuale; Inoltre il progetto costituisce un percorso educativo sotto il profilo ecologico, in quanto i cittadini potranno riutilizzare i contenitori dell’acqua, così da ridurre alla fonte gli imballaggi e diminuire i rifiuti plastici riconducibili alle bottiglie, nonché riavvicinare la cittadinanza all’acquedotto quale bene pubblico; Inoltre saranno previsti dei continui controlli effettuati dalle aziende sanitarie locali garantendo gli standard di qualità e sicurezza dell’acqua potabile;

La «Casa dell’Acqua» sarà realizzata nella zona Mercato, località Sorbo; Con l’unico scopo di coprire i costi di gestione e manutenzione della struttura e contenere eventuali sprechi il costo dell’acqua naturale e frizzante erogata potrà essere stabilito in € 0,05 al litro; La Ditta appaltante si farà carico di tutti gli oneri di gestione, manutenzione e funzionamento del distributore d’acqua, in cambio dell’incasso diretto dei proventi derivanti dalla vendita dell’acqua.

LASCIA UN COMMENTO