Un anno di Hospice: Operatori ed esperti a confronto a Solofra su cure palliative e terapia del dolore

0
76

Si è tenuto venerdì 20 dicembre, presso l’Aula Magna “I. Carillo” del Presidio Ospedaliero “A. Landolfi” di Solofra, il corso di formazione, accreditato Ecm, dal titolo “Un anno di Hospice…”, organizzato dall’Asl Avellino in occasione del primo anno di attività del Pain Control Center Hospice, il centro per le cure palliative e la terapia dell’azienda sanitaria irpina, situato in un’area attigua al presidio ospedaliero solofrano, che dal dicembre 2012 al dicembre 2013 ha ospitato 120 pazienti. Lo sviluppo delle cure palliative e della terapia del dolore in Campania ha ricevuto un decisivo impulso con il varo della Legge nazionale n.38 del 2010 e della Legge regionale n.128 del 2012. Entrambe le leggi riconoscono nella “rete” il livello organizzativo territoriale più adeguato per affrontare la complessità dei problemi del malato.

Pertanto, l’evento formativo è stato organizzato con l’obiettivo di analizzare le principali questioni cliniche che espongono i malati a inutili sofferenze, come il dolore e i problemi nutrizionali, oltre alle opportunità che vengono offerte dalle normative nazionali e regionali e i problemi connessi alle scelte terapeutiche e assistenziali riguardanti il fine vita.

Al corso di formazione, rivolto a medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi e sociologi, hanno relazionato gli operatori dell’Hospice di Solofra e vari esperti del settore, che hanno illustrato e analizzato i seguenti argomenti: la normativa e la politica per le Cure Palliative; il diritto del malato a non soffrire; la linea di confine fra accanimento terapeutico ed eutanasia passiva; la gestione della malattia oncologica dalla diagnosi alla fase terminale; il passaggio dal “to cure” al “to care”; l’assistenza infermieristica e la presa in carico del paziente in Hospice; la gestione delle ulcere da pressione; l’importanza del lavoro in equipe. L’evento formativo si è chiuso con lo svolgimento di una tavola rotonda dal titolo “Pain Control Center Hospice di Solofra, quale futuro e prospettive?”.

Nel corso dell’evento formativo, hanno esposto le proprie relazioni il professor Vincenzo Landolfi e i dottori Anna Maria Strollo, Elena Altieri, Sergio Canzanella, Elena De Vinco, Massimo De Vinco, Carmela Fasano, Geppino Genua, Luisa Monica Rizzo, Passerino Lino Fina, Cecilia Sannino.

Particolarmente incisivo è stato l’intervento dell’ingegner Sergio Florio, direttore generale dell’Asl Avellino, il quale ha voluto sottolineare la propria grande soddisfazione per la gestione e risultati di eccellenza ottenuti nel primo anno di attività dell’Hospice di Solofra, come confermano le innumerevoli lettere di ringraziamento, gli attestati di stima e gli atti di gratitudine che il personale della struttura sanitaria, la cooperativa Nursing Service onlus e l’Associazione House Hospital onlus continuano incessantemente a ricevere. Grande interesse ha anche suscitato la campagna di comunicazione sociale denominata “Pain Control Center, mai più soli nel dolore”, realizzata da House Hospital, che ha previsto anche uno spot riguardante la Legge 38 i servizi attivi presso l’Hospice di Solofra, attualmente in programmazione su numerose emittenti televisive irpine. Il direttore generale dell’Asl Avellino ha anche annunciato l’imminente apertura del secondo Hospice presso la Struttura Polifunzione per la Salute di Bisaccia, che dovrebbe essere consegnato entro il prossimo febbraio. Pertanto, l’Asl Avellino si accinge a indire la gara per la gestione unica di entrambi i propri centri per le cure palliative e la terapia del dolore.

LASCIA UN COMMENTO