Presentato al Coni il progetto +Sport per avvicinare i giovani campani all’attività sportiva e all’integrazione.

0
873
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

E’ stato presentato questa mattina a Napoli, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nella sede del CONI Campania, il progetto +SPORT, promosso da ASC Sport, finanziato dalla Regione Campania con risorse del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, e finalizzato a contrastare la povertà educativa, l’abbandono precoce della pratica sportiva e le difficoltà di tipo relazionale.

 

La conferenza stampa è stata aperta, in collegamento da remoto, dai saluti del presidente nazionale di ASC, Luca Stevanato e del presidente nazionale del CONI, Giovanni Malagò. A seguire gli interventi del presidente nazionale della FIDAL, Stefano Mei; del vice presidente di ASC, Ciro Improta; del presidente del CONI Campania, Sergio Roncelli; del direttore generale di ASC, Valter Vieri; del project manager di ASC, Marco Visconti; del presidente di ASC Campania, Marco Mansueto; del consigliere della Città metropolitana di Napoli, con delega a Sport, giovani ed eventi, Sergio Colella; dell’assessore ad Istruzione, politiche giovanili e politiche sociali della Regione Campania, Lucia Fortini; del delegato allo Sport della scuola di Medicina della Federico II, Carlo Ruosi; del direttore dell’ufficio per la pastorale del Tempo libero, turismo e sport (curia arcivescovile dell’arcidiocesi di Napoli), don Salvatore Fratellanza.

 

Il project manager Visconti ha “sentitamente ringraziato l’assessore Fortini, a nome di ASC nazionale, per la sensibilità dimostrata nella predisposizione dei bandi relativi al finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza locale”. Inoltre ha fatto sapere che ASC prevede di coinvolgere nel progetto almeno 20 società e 200 giovani, che saranno protagonisti di un’esperienza di avviamento allo sport gratuita e multidisciplinare. “Sappiamo bene quanto sia difficile garantire ai nostri giovani un’attività sportiva organizzata e continuativa, che va spesso ad incidere sul bilancio familiare – ha detto inoltre Visconti – ma almeno per i prossimi 4 mesi a tutto questo penseremo noi, mettendo in campo tecnici qualificati, attrezzature sportive e voucher da utilizzare presso la nostra capillare rete associativa in  Campania”.

 

Don Fratellanza ha raccontato di avere realizzato un campetto nella parrocchia, proprio perché “è fondamentale tenere impegnati i ragazzi con lo sport, allontanandoli da elementi di negatività come le logiche di strada, ma anche l’isolamento creato dalla tecnologia”. Un concetto ripreso e sviluppato dall’assessore Fortini, che ha sottolineato “l’importanza di offrire ai ragazzi la possibilità di praticare più discipline sportive, consentendo loro di individuare l’attività più adatta alle loro caratteristiche e inclinazioni”. L’assessore ha aggiunto che “uno dei suoi obiettivi sarà quello di contribuire a creare le condizioni affinché sia possibile scovare nuovi talenti” e ha elogiato la valenza del progetto +Sport, annunciando che “saranno stanziati altri fondi e predisposti altri bandi”.

 

Roncelli ha messo in luce che “il CONI Campania è in piena sintonia con le posizioni dell’ente e supporterà con grande convinzione e determinazione il progetto +Sport”, mentre Mei ha posto in rilievo “l’efficacia del lavoro sinergico che ha visto protagoniste le varie istituzioni coinvolte”.

 

Nel corso dell’incontro è stato sottolineato come da sempre la partecipazione alle attività sportive produca effetti benefici sullo sviluppo dei giovani e rappresenti uno strumento utile alla promozione di comportamenti socialmente responsabili. Inoltre è stato evidenziato che, sulla base dell’ultima indagine Istat (”Aspetti della vita quotidiana”), in Campania si registra la percentuale più bassa, a livello nazionale, di ragazzi tra i 6 e i 17 anni che praticano sport in maniera continuativa o saltuaria.

 

Proprio per questo, con l’obiettivo di contribuire ad invertire tale tendenza, il progetto +SPORT consentirà ai bambini e ai ragazzi in difficoltà economica, nelle province di Napoli, Salerno, Caserta e Benevento, di accedere gratuitamente alla pratica di attività sportive, nell’ambito di progetti sportivi assistiti, che favoriranno le opportunità di socializzazione e l’integrazione nelle organizzazioni sportive. In questo modo giovani e giovanissimi, economicamente svantaggiati, potranno essere seguiti e guidati attraverso specifici percorsi di inclusione sociale, che rafforzeranno i legami sociali tra ragazzi e accresceranno il livello di fiducia nelle istituzioni e nelle associazioni sportive.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here