Tutto pronto per il Mas Fest venerdì 1 a Corso Vittorio Emanuele.

0
595
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

E’ iniziato il conto alla rovescia per la XIII edizione del Mas Fest che si terrà il prossimo venerdì 1 settembre dalle 21 a Corso Vittorio Emanuele. Il festival organizzato dall’associazione Koine Art Lab con il patrocinio del comune di Avellino cambia location e riduce di un giorno la durata concentrando sul palco ubicato nei pressi della villa comunale tre “prime volte” per una serata che si annuncia indimenticabile. A presentare i gruppi musicali e le iniziative che si svolgeranno all’interno del Mas Fest i rappresentati dell’associazione Carlo Iandolo, Annamaria Pagliarulo insieme a William Lello Pulzone direttore artistico, all’assessore alla cultura del comune di Avellino Bruno Gambardella ed Ilaria Scarano per il progetto “MenoèMeglio”.

“Quest’anno abbiamo deciso di sparigliare le carte. I nostri sostenitori erano abituati alla due giorni di Parco Santo Spirito, mentre quest’anno ci trasferiamo a Corso Vittorio Emanuele per un solo giorno. L’obiettivo è raggiungere anche coloro che abitualmente non frequentano il parco, ma anche dare la possibilità a chi è lontano da determinati circuiti musicali e del divertimento di ascoltare e sperimentare nuovi generi”  ha affermato Carlo Iandolo che ha ringraziato l’amministrazione comunale per il patrocinio morale ed economico “ci sono stati vicinati anche per le nuove normative sulla sicurezza. E’ stata una collaborazione fondamentale”.
Esclusiva anche quest’anno la selezione musicale curata da Lello Pulzone. Data unica in Italia al Mas Fest per due band e per la prima volta l’Ep dei Golfers: “I Family Atlantica ed I Kas Product si esibiranno sul palco del Mas Fest nelle uniche date italiane. Prima di loro ci saranno i Golfers, gruppo irpino nato da pochissimo in seguito all’esperienza della sonorizzazione della via Crucis di Cesinali. Presenteranno per la prima volta il loro EP e lo faranno sempre sul palco del Mas Fest”.

L’amministrazione comunale di Avellino ha supportato l’evento con 10mila euro utili a sostenere una parte delle spese sostenute dall’associazione Koine Art Lab che ha anche lanciato una campagna di crowfunding conclusasi. “Abbiamo raccolto 985 euro grazie a 35 sostenitori – ha spiegato Pagliarulo – soldi che utilizzermo per sostenere le restanti spese del festival. Per i nostri sostenitori abbiamo riservato un kit sorpresa ideato da Marco Cucciniello. La persona che ci è stata vicina per le grafiche”.

Grazie alla collaborazione con l’assessorato all’ambiente al Mas Fest sarà proposto il progetto Menoèmeglio, a spiegare in cosa consiste Ilaria Scarano “Il progetto è nato tre anni fa. Da vecchi contenitori in tetrapack vengono prodotti manufatti, attraverso le tecniche origami, per raccogliere gomme e mozziconi di sigarette evitando che vengano buttati a terra. Speriamo di sensibilizzare la popolazione evitando di deturpare l’arredo urbano. Durante il festival sarà allestito uno stand dove insegneremo a realizzare questi manufatti tascabili riutilizzabili”.

Soddisfatto l’assessore alla cultura Bruno Gambardella: “sono orgoglioso di questo festival e di quanto fatto dall’amministrazione che è riuscita anche a dare un contributo economico. Per noi il Mas Fest è una scelta strategica, è per questo che siamo felici si svolga al centro di Avellino. La nostra città ha bisogno di questi germi id innovazione, è la dimostrazione che anche ad Avellino si può fare qualcosa di costruttivo. E’ un genere musicale che non ritengo mio, come non lo era Arisa, ma andrà volentieri al Mas Fest proprio per conoscerlo”.

BIOGRAFIA GRUPPI MUSICALI

Family Atlantica è una all-star band di Londra che con il suo secondo album, «Cosmic Unity», si è affermata sulla scena internazionale vincendo il Dead Albatros Music Prize 2016.
Nata dal felice sodalizio artistico tra il multistrumentista inglese Jack Yglesias, membro della “cult” band «The Heliocentrics», la venezuelana Luzmira Zerpa, carismatica cantante poliglotta che vanta tra i suoi fan Manu Chao, ed il percussionista africano di origine Nigeriano/Ghanese Kwame ‘Natural Power’ Crentsil, figlio di Daniel Korangteng Crentsil percussionista degli Africa 70 di Fela Kuti.

I Kas Product, invece, sono un duo elettronico francese che arriva al Mas Fest 2017 direttamente dalla piccola e tranquilla Nancy (Francia), ma più propriamente dal XIX secolo. Dal gennaio 1980, il duo è composto da Spatsz, agli strumenti elettronici, e Mona Soyoc, alla chitarra, voce e tastiere. La loro musica, come un fiume carsico, ha attraversato per 4 decenni la scena internazionale, spaziando tra i movimenti cold wave ed elettro punk francesi. Il loro stile minimale e vocale è considerato dagli addetti ai lavori il naturale trait d’unione tra i Suicide e i Soft Cell.

Golfers, al secolo Max e Claudio, sono Irpini e non hanno fatto tanta strada per raggiungere il palco del Mas Fest. Amano le sonorità elettroniche ma anche il green. Nipoti di Tiger Woods, si sono appassionati ai “drop” tanto in musica quanto sul prato verde. Amano stare costantemente sotto il “par”, con i bassi pieni e le sonorizzazioni fatte di chitarre e momenti d’ambiente. Con il “putter” o ai controlli lo stile rimane sempre lo stesso.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here