Sanità, la manifestazione dei sindacati dei pensionati davanti all’Asl.

0
460
Villaggio Turistico Golden Beach a Paestum in Cilento, bandiera blu, prenota la tua vacanza al mare

Si è svolta venerdì mattina la manifestazione di protesta davanti alla Sede della ASL di Avellino organizzata dalla CGIL CISL E UIL unitamente alle categorie sindacali dei pensionati SPI CGIL, FNP CISL IRPINIASANNIO e UILP UIL, contro la mancata convocazione del COMITATO PARTECIPATIVO E CONSULTIVO DELL’ASL DI AVELLINO per dibattere la complessa problematica inerente Ia pandemia, anche in relazione al piano di vaccinazione degli anziani , dei fragili, dei disabili non ancora completato e delle successive fasce di popolazione, in un momento che invece dovrebbe vedere la partecipazione attiva di tutte le componenti sociali per venire incontro alle attese dei cittadini in materia di assistenza domiciliare,
di assistenza sociale e sanitaria, Al sii-in in via degli lmbimbo hanno partecipato numerosi pensionati oltre i Segretari Generali Confederali e di Categoria.

I segretari Generali Confederali e i Segretari Generali dei Pensionati successivamente sono stati ricevuti dalla Dr.ssa Maria Rosaria Troise Responsabile dell’Ufticio Relazioni con il Pubblico e Responsabile del Coordinamento dei Centri Vaccinali COVID 19 a cui sono stati riportati i disagi di una categoria troppe volte emarginata dal ciclo di programmazione dell’ASL. Il Segretari Generali Fiordelisi (CGIL) Vecchione (CISL) Preziosi (UIL) ed i Segretari Generali di Categoria Raffaele Tangredi (FNP CISL Dario Meninnoi (SPI CGIL) Antonio Zagari (UILP) hanno rappresentato tutti i disagi a cui sono andati incontro gli over 60 nelle vaccinazioni e soprattutto i disabili ed i fragili, oltre al fatto che vi sono ancora numerosi disabili e fragili non
ancora vaccinati perche impossibilitati a muoversi. Inoltre si e lamentato del mancato funzionamento del servizio di contatto per venire incontro alla condizione di tanti anziani costretti a vivere da soli e per i tanti cittadini che avevano necessita di contattare l’ASL, in relazione alle vaccinazioni e a problemi personali.

Per questi motivi Tangredi ha ribadito la necessità di Convocare il Comitato Partecipativo e Consultivo a cui ostinatarnente la Dr.ssa Morgante non ha inteso adempiere e dove si sarebbero potute rappresentare tutte le disfunzioni dette.

I tre Segretari hanno ribadito che i servizi agli anziani devono far parte a tutti gli effetti
del sistema sociosanitario regionale, mentre l’attuale drammatica emergenza conferma le lacune nei controlli sulle case di riposo, pubbliche e private, e il forte indebolimento dei servizi domiciliari.

Da qui la richiesta di un piano che punti da subito a rafforzare e potenziare i servizi territoriali con personale e risorse aggiuntive come è stato fatto per gli Ospedali, dando finalmente concretezza agli obiettivi della riforma sanitaria, per il rafforzamento dei distretti socio-sanitari e del loro ruolo sul territorio.

La Dr.ssa Troise recependo le istanze dei sindacati si è impegnata a riportare tutte le proposte avanzate dalle OO.SS alla Dr.ssa Morgante e a procedere nei prossimi giorni ad una nuova deliberazione per rinnovare il COMITATO PARTECIPATIVO E CONSULTIVO dell’ASL attualmente scaduto in modo da aprire quel tavolo di confronto richiesto dalle parti.

Le OO.SS. si sono rese disponibili a rendere partecipi gli iscritti ed i cittadini tutti che si trovano nella impossibilità di dialogare con l’ASL per mancanza di apparecchiature informatiche di colloquiare con gli organismi sanitari attraverso la rete delle proprie sedi territoriali utilizzando le nostre piattaforme social ed informatici

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here