Sidigas Avellino ritorna alla vittoria a Pesaro.

0
1514

Ritorno alla vittoria per la Sidigas Scandone Avellino, che batte la VL Pesaro con il punteggio finale di 82-81. I biancoverdi, rigenerati dopo la sosta per le nazionali, non hanno avuto vita facile contro un avversario ostico che ha ben interpretato la gara, ma la lucidità nel finale di Filloy e compagni l’ha fatta da padrone. Ottima la prova di un ritrovato Demetris Nichols: l’ala americana mette a referto 20 punti con 21 di valutazione.

Primo quarto (25-25): Coach Vucinic schiera Filloy, Cole, Green, Nichols e Ndiaye in quintetto; coach Galli risponde con Blackmon, McCree, Artis, Murray e Mockevicius. Inizio di partita equilibrato, con la Sidigas che prova a scappare grazie alle triple di Cole e Filloy (14-9) e la VL che tiene botta con Blackmon e Mockevicius. Si iscrive a referto anche Demetris Nichols, rientrato dopo l’infortunio, con la tripla del 19-15: per i biancorossi ci pensano McCree e Murray, autori di 17 punti in due nei primi 10 minuti di gioco, a tenere sempre Pesaro a distanza ravvicinata dai padroni di casa, nonostante la bomba dai 6 metri di Sykes e la precisione al tiro del ritrovato Nichols. Il primo periodo si chiude con il 2/2 ai liberi di Murray, conseguenti all’antisportivo fischiato a Ndiaye.

Secondo quarto (46-49): La VL piazza il parziale di 6-0 firmato da Ancellotti McCree e Blackmon (25-31), ma la Sidigas non si lascia spaventare e replica con il contro-parziale grazie alle triple di Sykes e Nichols per il 31 pari a 5:40 dall’intervallo lungo. Mockevicius mette a segno il tiro del 32-34, Spizzichini concretizza tre punti consecutivi e riporta in vantaggio i biancoverdi (35-34). Blackmon prova ad aumentare il divario ma sono ancora Sykes e Nichols a salire in cattedra per il nuovo vantaggio biancoverde (40-36). Le due formazioni si rincorrono a vicenda, trovandosi 46 pari a 13 secondi dal termine del quarto, che si chiude sulla tripla di Blackmon del 46-49.

Terzo quarto (70-65): Il terzo quarto si apre con la penetrazione di Cole, Artis segna da dentro l’area mentre Nichols pareggia con un gioco da tre punti (53-53). La partita si mantiene sui binari dell’equilibrio e salgono in cattedra i lunghi delle due squadre: vanno infatti a segno Ndiaye e Mockevicius e il punteggio rimane sempre in parità (59-59). Avellino ritorna avanti grazie al solito Ndiaye servito al bacio per due volte da Filloy e Galli chiama sospensione (63-61). La Sidigas alza l’intensità difensiva e Pesaro non segna più. Dall’altro lato del campo un parziale di 5-0 per i biancoverdi, frutto della penetrazione di Cole e della tripla di Filloy, porta Avellino sul +7 (68-61).Con le squadre in bonus si va spesso dalla lunetta con Green e Blackmon che non sbagliano (70-65).

Quarto quarto (82-81):  Artis riporta Pesaro a -3 con i liberi. Green segna da sotto, ma i biancoverdi sbagliano troppo e gli ospiti ne approfittano dalla lunetta con Blackmon e Mockevicius costringendo coach Vucinic al time-out (72-73). La Sidigas esce bene dal mini-intervallo e piazza il break di 5-0 con i canestri di Sykes e Green riportandosi avanti (77-75). Green segna 4 punti consecutivi, ma gli ospiti rispondono con Murray e Blackmon. Nichols tiene sul +3 la Sidigas con lo step-back (82-79). Mockevicius segna da sotto portando a -1 Pesaro, Filloy sbaglia e regala la palla a gli ospiti ma una super difesa della coppia Nichols – Cole nel finale regala la vittoria ai biancoverdi. La Sidigas batte Pesaro 82-81.

Torna alla vittoria la Sidigas nel match valevole per la nona giornata del campionato Legabasket Serie A: al PalaDelMauro i ragazzi di coach Vucinic conquistano il successo contro la VL Pesaro per 82-81. Buona performance dei biancoverdi, che ritrovano Demetris Nichols, autore di 20 punti e 7 rimbalzi, con 21 di valutazione.

Così coach Nenad Vucinic nella conferenza stampa post-partita:

Come si è potuto vedere, quella di stasera è stata una partita molto difficile. Abbiamo avuto la possibilità in un paio di occasioni di ‘scappare’ e poterla vincere agevolmente ma dobbiamo dare i giusti meriti a Pesaro, squadra giovane e talentuosa, molto forte in fase offensiva e che ci ha messo in difficoltà con la zona nel finale: questo è sicuramente un aspetto su cui dovremo lavorare. La cosa più importante era tornare alla vittoria dopo la sosta e l’abbiamo fatto: siamo contenti di questo ma ovviamente siamo consapevoli che sappiamo giocare meglio di così e sicuramente lo faremo, dobbiamo ritrovare il giusto ritmo. Siamo contenti di dove siamo adesso, siamo tornati sui giusti binari dopo la disastrosa sconfitta contro Venezia e vogliamo fare lo stesso mercoledì in Coppa per riscattare la partita persa contro il Ventspils.

Il prossimo step è quello di integrare i giocatori che stanno tornando dagli infortuni, come Campogrande, che ha fatto solo due allenamenti prima di oggi, Costello e Young. Patric ancora non si è allenato con la squadra, lo farà domani e martedì, e c’è una possibilità che mercoledì in Champions possa essere della partita. Siamo molto contenti per il rientro di Nichols: è una roccia, il giocatore più solido che abbiamo, che fa tantissime cose che nelle statistiche non si vedono. Ci siamo preoccupati tanto quando si è infortunato ma adesso dobbiamo ringraziarlo per la sua grande forza di volontà e perché ha deciso di giocare nonostante il dolore“.

LASCIA UN COMMENTO