Agenda Ufita: i sindaci pagano le incertezze della politica sovracomunale.

0
461
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Il Sindaco di Grottaminarda, Marcantonio Spera, entra nel merito delle conclusioni finali del Consiglio Comunale allargato ai Comuni dell’Area Vasta dell’Ufita, del Calore del Miscano e del Cervaro, tenutosi presso il Comune di Ariano Irpino, alla presenza di parlamentari e consiglieri regionali, sintetizzando il documento politico che sarà poi integrato nell’AGENDA UFITA e l’impegno assunto dagli stessi parlamentari e consiglieri regionali di portare le istanze nelle rispettive sedi istituzionali ed inviare informativa sugli esiti.

Riguardo INDUSTRIA ITALIANA AUTOBUS: assumere iniziative presso il Governo e le Regioni Emilia-Romagna e Campania, per ottenere certezze sul futuro, richiedendo alla Società di formalizzare il progetto industriale valido per i prossimi anni, con le idonee garanzie di copertura.

Per la LIONI- GROTTAMINARDA: iniziative presso la Regione Campania – individuata quale commissario ad acta – per la realizzazione dell’opera affinchè siano individuati termini certi per la ripresa dei lavori ed il completamento.

Per l’EMERGENZA IDRICA: assumere iniziative presso la Regione Campania per sollecitare la programmazione di interventi urgenti, almeno sulle grandi adduttrici, in attesa di un piano più articolato da sviluppare attraverso le misure del PNRR.

Riguardo l’ALTA VELOCITÀ – CAPACITÀ: iniziative presso il Governo e la Regione per ottenere un focus sullo stato di avanzamento dei lavori; chiedere l’ampliamento della Zes Valle Ufita attualmente limitata all’area Asi di Flumeri; riprendere la discussione già da tempo avviata con il Presidente della Commissione Trasporti della Regione Campania, Luca Cascone, per il riammagliamento infrastrutturale intorno alla stazione Hirpinia in modo da garantire un’accessibilità al sito degna dell’importanza dell’investimento e definire un programma complessivo di interventi al fine di massimizzare i benefici dell’Alta capacità”; ottenere in tempi rapidi notizie in ordine al riparto dei ristori ambientali a favore dei comuni destinatari degli stessi; intervenire presso RFI, quale stazione appaltante dell’opera, affinché venga immediatamente approvato e condiviso con il territorio, il progetto esecutivo cantierabile della Piattaforma Logistica; assumere iniziative presso la Regione Campania affinchè la Giunta Regionale deliberi immediatamente gli indirizzi attuativi per la redazione del Masterplan, definisca l’area di intervento e approvi lo schema di protocollo di intesa con gli enti territoriali coinvolti.

«Non c’è più tempo da perdere» per il Sindaco di Grottaminarda che giudica positivo l’esito dei lavori per quanto realizzato, negativo per le partecipazioni, pessimo per le aspettative purtroppo e spiega:

«A livello locale i Sindaci sono presenti, motivati, reattivi, ma pagano le incertezze della politica sovracomunale e patiscono un isolamento ingiustificato in questo momento storico».

Marcantonio Spera in questa fase non accetta da parte di nessuno discorsi divisivi nel tentativo di mettere i territori l’uno contro l’altro e rimarca il ragionamento in termini di comprensorialità:

«Grottaminarda è centrale come Ariano, Flumeri, Melito e altri paesi, e più si allarga il cerchio intorno alla Stazione e più risulteranno tutti i paesi centrali, come è giusto che sia.

Grottaminarda è parte integrante di un insieme geometrico, geo fisico, geopolitico e culturale, antropologicamente parlando, che coincide con tutta l’Area Vasta, e si batterà per tutta l’Area Vasta senza fughe in solitaria insensate.

Grottaminarda è centrale come Avellino in quest’ottica, ma non rivendica posizioni dominanti, pretestuose, effimere e divisive. Insieme, con progressione, inclusione e lungimiranza, costruiremo il futuro per queste aree interne senza combattere per “quattro denari” o per ” un posto al sole” di qualche misero capetto».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here