Contraffazione, maxisequestro GdF a Benevento.

0
36

news_foto_19120_gdf_brigadieriNell’ambito del dispositivo di controllo economico del territorio posto in essere da parte del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento nel fine settimana scorso, durante la fiera rionale svoltasi in occasione dei festeggiamenti in onore del “Sacro Cuore” nella zona di Viale Mellusi, i Finanzieri della Sezione Mobile del Nucleo pt hanno sottoposto a sequestro 52 borse (FENDI, GUCCI, PRADA, MOSCHINO, LIU JO, ALVIERO MARTINI, CHANEL, BURBERRY, DOLCE E GABBANA), 219 confezioni di profumi di varie marche e 579 accessori per telefonia, tutti contraffatti.

I responsabili, 5 cittadini extracomunitari ed un ambulante della provincia di Caserta sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria. L’operazione ha consentito anche di sequestrare 573 confezioni di materiale elettrico ed elettronico, non conforme al Codice del consumo, per il quale è stato deferito all’Autorità amministrativa un ambulante della provincia di Napoli.

Si può stimare che la merce, una volta una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 10.000 euro. Si tratta di un fenomeno, quello della contraffazione, in aumento negli ultimi anni, più diffuso tra le donne e i giovani, e che vede il Mezzogiorno come l’area più colpita.

Rispetto al passato sono in crescita l’acquisto di prodotti di pelletteria, seguiti da quelli dell’abbigliamento, parafarmaceutici, alimentari, dell’elettronica ed elettrodomestici. In questo contesto, una larga platea di fruitori del “falso” ritiene che gli acquisti siano piuttosto normali e utili per chi ha difficoltà economiche.

C’è, tuttavia, la consapevolezza che l’acquisto di prodotti illegali/contraffatti può comportare rischi per la salute e la sicurezza, rivelandosi di scarsa qualità. A tal riguardo, l’operazione condotta testimonia l’incessante impegno delle Fiamme Gialle nel contrasto agli illeciti economico-finanziari ed a tutela dell’economia legale, soprattutto in questo periodo di latente crisi economica in cui, rispetto al passato, sono in crescita gli acquisiti di merce e prodotti contraffatti ovvero non conformi, in quanto venduti a prezzi particolarmente bassi.

A tal riguardo, va sottolineato che l’acquisto di tali prodotti può comportare rischi per la salute e la sicurezza, soprattutto a causa della scarsa qualità dei materiali con i quali vengono realizzati.

LASCIA UN COMMENTO