Nusco, Consiglio Comunale non convocato da mesi, opposizione

0
979
L'ex presidente del Consiglio e segretario Dc Ciriaco De Mita nel palazzo comunale durante il primo giorno da sindaco di Nusco ( Avellino) suo paese natale, 8 giungo 2014. ANSA/CIRO FUSCO

Minoranza sul piede di guerra a seguito della mancata convocazione del consiglio comunale a Nusco. “Nella nota che Ciriaco De Mita ha fatto pervenire al Prefetto, il sindaco non fissa una data ma prende tempo ed in questo periodo di emergenza sanitaria e socio economica è invece necessario discutere, affrontare e programmare le migliori soluzioni per rispondere con tempestività alle esigenze dei cittadini, delle famiglie e delle impresein difficoltà. Questo va fatto in Consiglio Comunale”.

Così i consiglieri Francesco Biancaniello, Lucio Molinario, Amato Natale e Antonio Della Fortuna in un comunicato. “Sembra che il Prefetto a seguito degli esposti presentati dalla minoranza consiliare si sia limitato ad una semplice telefonata al sindaco che ha risposto con un laconico ‘a stretto giro sarà fissato il consiglio comunale’. Sembrerebbe dire ‘la data la decido io senza nessun obbligo!”, si legge nella nota di Ricominciamo da Nusco.

Inveceevidenzia il capogruppo Francesco Biancaniello – l’obbligo esiste ed è un obbligo di Legge ed il Prefetto in caso di violazione è tenuto a farlo rispettare con una previa diffida, che finora non c’è stata, e nel caso di perdurante violazione con l’esercizio del potere sostitutivo di cui all’ultimo comma dell’art. 39 TUEL, nel senso che in caso di inosservanza provvede direttamente il Prefetto. Ma – aggiunge Biancaniello la nota inviata dal sindaco De Mita al Prefetto costituisce un vero e proprio unicum perché a Nusco c’è un Presidente del Consiglio Comunale che è il solo organo competente a fissare il consiglio comunale, quindi il sindaco intervenendo in sostituzione del presidente del Consiglio Comunale, sostanzialmente lo ha esautorato della sua legittima funzione”.

E l’opposizione continua:Ciò sembrerebbe un chiaro atto di sfiducia del sindaco nei confronti del presidente del Consiglio Comunale che se accertato sarebbe di una gravità senza precedenti a Nusco portando quest’ultimo a considerare seriamente di adottare i consequenziali provvedimenti. Anche per questa grave situazione di confusione di ruoli e funzioni, da tempo già denunciata, il gruppo di minoranza ha chiesto un urgente incontro con il Prefetto per discutere sulle criticità e sulle innumerevoli problematiche non solo istituzionali ed amministrative esistenti a Nusco ma anche socio economiche”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here