Emerging insolvency, riforma della crisi di impresa, workshop mercoledì 13 presso Confindustria.

0
320

Il centro studi giuridici ed economici dell’impresa Alta Irpinia promuove un workshop in ricordo dell’avvocato Michele Sandulli. Mercoledì 13 dicembre alle ore 15.00 presso la sala Umberto Agnelli di Confindustria si discuterà di “Emerging insolvency- legge delega per la riforma della crisi d’impresa. Novità per professionisti ed imprese“.

Continuando nel suo impegno in favore del territorio, il Centro Studi focalizza la sua attenzione sulla riforma della legge fallimentare, per sfatare il concetto che la crisi aziendale sia un fatto reietto, ma guarda al risanamento dell’azienda come momento di crescita deputata a sostenere l’economia locale. Il Centro intende, in particolare, divulgare le opportunità di risanamento delle piccole e medie imprese in sofferenza. La riforma prevede infatti una procedura di allerta che consente di ricorrere al sostegno esterno ed avere rapporti chiari e certi con il credito bancario. L’impresa guadagna dunque il centro della scena e diviene fulcro economico dello sviluppo locale. In Irpinia la riforma consentirà alle imprese di stabilizzarsi e di guardare meglio le opportunità della ripresa e della crescita, e frenare lo spopolamento in atto.

“Il nostro scopo, infatti, è quello di creare maggiore attenzione nei confronti di imprenditori e imprese, che sono visti come i motori dello sviluppo” spiega Raffaele Capasso, presidente del Centro Studi. “Sono le attività manifatturiere le uniche che possono consentire la vera crescita occupazionale, e garantire un reddito per la nostra forza lavoro, e consentire ai nostri giovani di restare. Per questo abbiamo ritenuto necessario avviare da subito un confronto sulla riforma della legge fallimentare: cambia radicalmente la gestione dell’indebitamento, delle procedure di insolvenza delle aziende ed entrano in vigore nuove norme che rispecchiano maggiormente il moderno ciclo di vita delle imprese”. L’obiettivo annunciato è quello di prevenire le crisi ed assistere gli imprenditori nelle dinamiche del mercato. “Si delineano nuovi ruoli e funzioni per i professionisti che accompagnano l’intrapresa economica, per questo si rende necessaria una maggiore sintonia fra il mondo professionale e il mondo imprenditoriale: ecco perché abbiamo deciso di organizzare questo workshop, trovando subito disponibilità nella efficiente guida di Confindustria Avellino, che ci ha offerto ospitalità e piena collaborazione operativa. Non potevamo non ricordare in questa occasione, il prof. Avv. Michele Sandulli, che sempre ha svolto un ruolo guida, sia nella dottrina che nelle prassi delle problematiche giuridico-economiche delle imprese. Nell’occasione abbiamo ritenuto opportuno la presentazione di una importante ed originale contributo di ricerca dottrinaria e giurisprudenziale sulla materia”.
In occasione del convegno sarà presentato il libro di Stanislao De Matteis “L’emersione anticipata della crisi d’impresa. Modelli attuali e prospettive di sviluppo”. Quaderni di Giurisprudenza Commerciale, Giuffrè 2017.

I saluti istituzionali saranno affidati a Giuseppe Bruno, presidente di Confindustria Avellino, Vincenzo Beatrice, presidente f.f. del Tribunale di Avellino, Rosa D’Amelio, presidente del consiglio regionale della Campania, Domenico Gambacorta, presidente della Provincia di Avellino, Fabio Benigni, presidente Ordine degli Avvocati di Avellino e Benevento, Francesco Tedesco, presidente O.D.C.E.C. Avellino.
Presiede Giuseppe De Tullio, presidente II sezione Civile tribunale di Avellino. Introduce Nicola Rocco di Torrepadula, Università degli Studi di Salerno, su “Michele Sandulli ed il diritto fallimentare”. Discutono Massimo Miola, Università Federico II di Napoli, su “I principi generali della legge delega”; Stanislao De Matteis, Giudice Delegato Tribunale di Napoli su “Emersione anticipata della crisi d’impresa nella l. n. 155/2017; Alfonso Di Carlo, Università Tor Vergata di Roma, “Profili economici, aziendali e fiscali della procedura di allerta”; Vincenzo Donativi, Università Luiss di Roma- Lum Jean Monnet Bari “Il rinnovato ruolo proattivo del collegio sindacale”; Luigi Lepore, Università Parthenope Napoli “Corporate governance e tutela degli investitori. Problematiche fiscali. Quale ruolo del processo di riforma?”. Conclude Settimio Di Salvo, prof Università Federico II Napoli.

L’evento è organizzato in partenariato con Confindustria Avellino, Consiglio regionale della Campania, Provincia di Avellino, Fast Finance, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Avellino, Fondazione Scuola Forense Alta Irpinia, Alert- associazione laureati economia Tor Vergata, Gobid.it. La partecipazione consente il conseguimento di 4 crediti formativi dagli ordini professionali patrocinatori: avvocati e commercialisti. Il Centro Studi ha ottenuto la collaborazione di ben 5 università, l’ha suscitato l’interesse di due ordini professionali di Avellino, Benevento e Napoli, oltre alla disponibilità di Confindustria Avellino.

“Il workshop promosso dal Centro Studi sarà un momento celebrativo della figura del professore Michele Sandulli, che è presidente onorario dell’associazione” aggiunge l’avv. Massimo Gargano. “Per noi fondatori è stato un faro che ci ha portati per mano, ed è stata una guida in materia di diritto fallimentare. Nel corso degli anni infatti, il Centro Studi ha arricchito le occasioni di incontri e approfondimenti sulla tematica di pari passo con la legislazione. Il prossimo 13 dicembre infatti, saranno presenti tutti i professionisti che hanno partecipato ai nostri incontri di studio e che lo stesso professore Sandulli aveva premura di invitare. Il workshop prevede infatti una parte scientifica e una parte umana, legata al ricordo dalla figura del compianto presidente onorario, una persona di spessore professionale e umano”.

LASCIA UN COMMENTO