Da Conza della Campania a Varese per i funerali di Zamberletti.

0
758
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano


Unito e commosso il ricordo degli amministratori di ieri e di oggi e della gente tutta di Conza della Campania per la scomparsa di Giuseppe Zamberletti, padre della Protezione civile.

Così lo ricorda la consigliera Giuseppina Nadia Tufano, che in queste ore sta raggiungendo Varese per i funerali di Stato.

“Ero una bambina di undici anni nel 1980, anno in cui l’Irpinia fu scossa e sconvolta da un tragico terremoto, eppure ricordo che l’Onorevole Zamberletti, avvolto nel suo cappotto color cammello, con il suo sorriso sornione, gli occhi vigili e rassicuranti. Si presentò, subito dopo il sisma, in una Conza ormai quasi completamente distrutta. Agli occhi di tutti si rivelò un vero irpino per il senso pratico con cui risolse l’emergenza. A lui il merito di aver non solo coordinato i soccorsi, ma aver diffuso la cultura della prevenzione delle calamità naturali, nonché la necessità di un efficiente coordinamento nel fronteggiare e mitigare le relative conseguenze”. 

Felice Imbriani, sindaco nei giorni del terremoto, scrive: “Nel buio profondo della tragedia, come fulgida cometa apparisti ed accendesti nei nostri animi la fiammella della speranza prima e la certezza della rinascita dopo. On Zamberletti, a te ci riferimmo noi sindaci del terremoto ed a noi tu desti fiducia: insieme ricostruimmo l’Irpinia! Materialmente ed anche economicamente! Impossibile dimenticarti!”. 

Parole di immensa gratitudine per l’ex ministro arrivano anche dall’assessore dell’amministrazione Imbriani, Giuseppe Rosa: “La morte di Zamberletti mi ha riportato con la memoria immediatamente ai terribili giorni del terremoto del 1980. In quei drammatici momenti di impotenza e smarrimento generale, due figure ci vennero in soccorso: l’On. Zamberletti per lo Stato e l’Ing. Losacco per la provincia di Bologna! Fui uno dei primi amministratori ad incontrare Zamberletti a Napoli e sin dal primo incontro capii che era una persona intelligentissima, di grande umanità e soprattutto di una competenza eccezionale. Ha saputo guidarci ed indirizzarci con grande maestria in tutta la prima fase della prefabbricazione che avvenne in tempi rapidissimi. A Conza ogni famiglia ebbe un prefabbricato singolo. Lo ricordo sempre con grande stima e affetto e a lui, in questo momento, va il ringraziamento dei conzani tutti e mio personale”.
Luigi Ciccone, infine, attuale primo cittadino, ricorda “la presenza attenta, la dedizione, l’opera intelligente profusa nelle molte attività proposte e svolte a servizio e per la sicurezza di tutta la comunità conzana e irpina, un esempio per le future generazioni”.
compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here