Irpinia StreEat Mood, non chiamatela sagra.

0
142

conferenza-stampaL’associazione “Irpinia Mood” è stata costituita per promuovere il buono ed il bello di Irpinia: i prodotti della sua terra e la sapienza che li rende grandi. L’obiettivo principale è quello di creare una rete utile tra i soggetti che operano nell’agroalimentare irpino per esaltarne le potenzialità.

Fare sistema per favorire lo sviluppo di un settore che è senza dubbio il nostro oro vero, l’unico in grado di creare uno sviluppo economico sostenibile e fare in modo che i talenti di una terra possano giocare la propria professionalità qui.

La cultura del real and honest food è l’elemento su cui scommettere nei progetti di marketing territoriale e da cui ricavare un beneficio collettivo in termini di tutela del territorio, di tutela della salute e del buon vivere.

 

Irpinia StreEat Mood 2016 #terrainmoto

 

30mila presenza in due sere, un risultato ottenuto solo grazie alla forza di una idea: raccontare l’Irpinia che funziona, quella del buon cibo. Irpinia StreEat Mood torna esattamente dopo un anno con la stessa voglia di narrazione del reale, forte di una prima edizione di grande successo in cui si è affermato il principio che il buono è anche bello. E la terra è il buono della nostra terra.

 

Una terra un tempo amara che oggi ha ripreso a dare frutti dolci. L’agroalimentare irpino è il punto di forza di una economia ancora tutta da costruire, una economia che punta allo sviluppo armonico di un territorio pronto ad accogliere, ma che non vuole più essere consumato e violentato. Dopo la sbornia post industriale, in cui certo non si brindava col nostro vino, è tempo di affermare che uno sviluppo giusto è possibile, uno sviluppo che sia anche difesa del territorio.

 

Se dico Irpinia cosa ti viene in mente? In troppi vi risponderanno: il terremoto. Fu proprio durante la ricostruzione del post sisma che si decise di imprimere una direzione alla economia locale che spingesse verso “magnifiche sorti e progressive”. Abbiamo scoperto che non era la direzione giusta, ma non lo abbiamo scoperto troppo tardi. Per questo oggi vogliamo cambiare il destino di una terra, che lascia nel passato quel terremoto e diventa terra in moto.

 

Irpinia StreEat Mood nasce come duplice riscatto: quello di una intera provincia che ha rischiato di dimenticare le proprie origini e la propria vocazione, e quello di una città come Avellino i cui legami con il tessuto irpino rischiavano di sgretolarsi sotto i colpi di una programmazione poco organica e assolutamente smagliata rispetto al genius loci.

 

Il nostro genius loci è il real and honest food di cui tanto si parla. Il nostro cibo è reale ed onesto, e non ha bisogno di essere racchiuso in nicchie di mercato, fatta eccezione per pochi e peculiari casi. Irpinia StreEat Mood è una vetrina reale ed onesta per un real and honest food irpino. E quest’anno non avrà bisogno di star per brillare.

 

Se per il primo anno il volano dei grandi nomi della cucina stellata è stato necessario per dare slancio alla manifestazione, in questa edizione il nostro target è delineato in maniera più precisa: solo prodotti di grande qualità, grandi prodotti adatti a mani sapienti. Le mani degli chef della nostra terra saranno le protagoniste di questa edizione, perché nessuno come gli irpini conosce la materia prima che noi vogliamo promuovere.

 

Irpinia StreEat Mood, niente fronzoli, solo onestà.

 

 

L’evento

La seconda edizione di Irpinia StreEat Mood si terrà da venerdì 16 settembre a domenica 18 settembre 2016, lungo Corso Vittorio Emanuele ad Avellino. Sarà in questo spazio reale che raccoglieremo il volto onesto dell’Irpinia.

Le giornate non saranno scandite solo dalla preparazione dei piatti, ci sarà ampio spazio a workshop, corsi di cucina, approfondimenti sulle colture tipiche irpine, e momenti di spettacolo in cui il nostro tema, #terrainmoto, verrà declinato in ogni suo aspetto.

 

Il programma

 

venerdì 16 settembre

ore 17.30

Talk: “Agricoltura, turismo e fondi europei: l’Irpinia chiama, la regione risponde”

modera Marco Grasso (giornalista Piueconomia)
Corrado Matera – Assessore al Turismo Regione Campani

Serena Angioli – Assessore fondi europei Regione Campania 
Franco Alfieri – Assessore agricoltura Regione Campania

 

ore 18.00 / 19.00 / 20.00:

Laboratori (slow food)  
Formaggi irpini a cura di Roberto Mazzei (cluster latte)
L’orto per tutti a cura di Coppola Vincenzo (cluster orto)
Il De Sanctis di…vino che fa scuola a cura dell’Istituto agrario (cluster vino)
Laboratorio Le mani in pasta a cura della Pro Loco Mons Fortis (cluster carne) 
Il ritorno dei grani antichi (cluster cereali)

 

ore 19.00

Talk: “L’Irpinia dei vini, questa sconosciuta”
modera Lara Tomasetta (giornalista Orticalab)
Annito Abate – presidente AIS Avellino
Francesco Romano – Antico Castello 
Maura Sarno – Cantine Sarno 1870
Pietro Caterini – Preside Istituto Agrario Avellino

 

ore 20.00

Apertura cluster e aree ristoranti

 

Ristoranti:

Minucuccio e I Santi

 

Cluster cereali:

La Corte dei Filangeri- Antonio Petrella e Mauro Reda- baccalà fritto con “o’ per e’ muss’,

Antica Osteria- Ernesto Palmieri- PIZZILLO. montanara con la menta di Nusco la treccia di Montella e soppressata irpina. ‘

Achiazz- Carlo Dattolo- Pizza con Ramata di Montoro, formaggio di capra stagionato e chips di farina di grano

 

Cluster carne:

Villa Raiano- Raffaele Vitale- Chicchetto con maionese di ramata, pancia di maiale in porchetta e arancia candita

Osteria Cappuccini- Carmen Urciuoli- La Lasagna

Ayò- Iole Iannaccone- polpette di vitello podolico brasate al taurasi su crema di patate

 

Cluster Orto:

GB Agricola Rinaldo Ippolito – Genovese di Cipolla Ramata di Montoro

La Molara- Isabella Preziuso- Melanzane della Molara,

Giovanni Arvonio (Taberna del Principe)

 

Cluster Latte:

Gino e La Giraffa- Ada Pericolo-Per “Caso” Burger
Dolciarte e Gelosia- Carmen Vecchione e Enzo Grotta
Il gufo-  Sabatino Riccardi

 

Cluster Vino:

Istituto Alberghiero di Avellino- Antonio Esposito e Sabatino Peluso

 

ore 20.30

Talk: “Made in Italy tra honest food e illegalità”
modera Marco De Biase (antropologo università di Liegi)
Paolo Ruggiero – Azienda Gustarosso
Ferrante Di Somma – Cantine di Marzo
Gennaro Avallone – Sociologo Università di Salerno
Emanuela Evangelista – Terratosta

 

Cibo per le orecchie

Area Musica 1
Dj set back to back Cini-Martorano

Area Musica 2
Folk irpino

Area Musica 4
Claude Quartet

ore 22

Concerto dell’orchestra sinfonica del conservatorio Cimarosa di Avellino

 

sabato 17 settembre:

 

ore 17.30

Talk: “L’Irpinia rurale si propone ai turisti: tra mercato reale e mercato potenziale”
modera Lara Tomasetta (giornalista Orticalab)
Angelo Verderosa – Touring club
Francesca Bellucci – CAI
Veronica Barbati – Agriturismo Barbati
Amedeo Trezza – Casale il Sughero
Vanni Chieffo – Gal Irpinia 
Oreste La Stella – presidente Camera di Commercio

 

ore 18.00 / 19.00 / 20.00

Laboratori (slow food):
- Laboratorio Le mani in pasta a cura della Pro Loco “Mons Fortis” (cluster latte)
- Mortarella a chi?!? a cura di Sodano (cluster orto)
- Il De Sanctis di…vino che fa scuola a cura dell’Istituto agrario (cluster vino)
- Salumi Irpini a cura di Vittorio Ciarcia (cluster carne)
- Cereali vs legumi a cura di Mimmo Pontillo (cluster cereali)

 

ore 19.00

Talk: “Il rapporto tra Agricoltura e Ricerca sulle tradizioni Irpine”- modera Gianni Colucci giornalista de Il mattino

Giuseppe Picariello Ricercatore – ISA CNR

Stella Maccario resp. Donne in Campo – C.I.A.

Jessica Malerba – Birrificio Malerba Montella (AV)

Peppe Orefice – Presidente Slow food Regionale

 

ore 20.00

Apertura cluster e area ristoranti

 

Ristoranti

Minucuccio e I Santi

 

Cluster Cereali:

Osteria Cappuccini- Carmen Urciuoli- Spaghetto Grano Armando dell’Osteria Cappuccini

Marennà- Paolo Barrale- Arancino di Pasta e patate
Hirpinia Sapores – Pino Boccela- Cazzauottolo paternese all’ortolana

 

Cluster carne

Villa Raiano- Raffaele Vitale- Panino ai semi, capocollo di maiale scottato, papacelle e tartufo di Bagnoli Irpino
La Corte dei Filangieri- Antonio Petrella e Mauro Reda- panino con arrosto di maiale, patate, friarielli e salsa di peperoni

BeerBar-Pio Manfra

 

Cluster Orto

GB Agricola- Rinaldo Ippolito- Parmigiana di cipolla ramata cotta a vapore

Megaron- Valentina Martone- Patata su specchio di pomodoro, olio di Ravece

Il gufo-  Sabatino Riccardi

 

Cluster Latte

Arduino Raschiatore La coccinella,

Achiazz- Carlo Dattolo- Pizza con fior d latte Irpino, pancetta di Laceno, pesto di nocciole di Serino e riduzione di aglianico

Cluster Vino

Istituto Alberghiero di Avellino- Luigi Vitiello

 

ore 20.30

Talk: “L’Irpinia del futuro e l’ultimo treno della programmazione europea: quattro anni per la svolta”
modera Franco Genzale 
Andrea Cozzolino – europarlamentare
Maurizio Petracca – consigliere regionale
Claudio Ansanelli – funzionario regione Campania
Rosetta D’Amelio – presidente consiglio regionale
Sabino Basso – presidente Confindustria

 

cibo per le orecchie

Area Musicale 1
Dj set Mr Orange and Bogaloo

Area Musicale 2
Duilio Meucci guitar solo

Area Musicale 3
Folk Irpino

Area Musicale 4
Batteria Pecaonda – samba itinerante

 

domenica 18 settembre:

 

ore 10.00

Area Sport a cura del CONI di Avellino

 

ore 10.30

Arrivo camminata rosa Amdos

 

ore 11.00

Laboratori (slow food):
- Latte fresco o latte UHT a cura di Armando Palumbo (cluster latte)
- Crema di nocciola a cura di Sodano (cluster orto)
- Funghi buoni e cattivi a cura del dott. Giuseppe Carratù, ASL AV (cluster vino) 
- Laboratorio di Pasta Fresca a cura della Pro Loco Mons Fortis (cluster carne)
- Le matasse di Caposele a cura della Pro Loco di Caposele (cluster cereali)

 

ore 12.00

Umberto del Basso de Caro (sottosegretario infrastrutture e trasporti) intervistato da Marco Staglianò

 

ore 13.00

Apertura  ristoranti: Minicuccio e I Santi

 

Ore 17.30

Talk: “Fama da mangiare”
modera Mariatolmina Ciriello giornalista Piuenne 
Paolo Barrale – Marennà, Presidente Chic
Carmine Fischetti – Oasis, Presidente Mesalì
Lucio Napodano – Consigliere nazionale Slow Food
dott.ssa Maria Teresa Cipriano – Preside Istituto Alberghiero Avellino

 

18.00 / 19.00 / 20.00

Laboratori (slow food)
- I pecorini Irpini a cura dell’azienda agricola Malvizza (cluster latte)
- La ramata di… Luisa a cura dell’azienda agricola Gaia (cluster orto)
- Salumi Irpini a cura di Marco Contursi (cluster carne)
- Birra artigianale Irpina a cura di Michela de Maio (cluster cereali)

 

ore 19.00

Talk: “Educazione alimentare: focus sull’obesità infantile” a cura del Rotary club Avellino 
modera Maria Tolmina Ciriello giornalista Piuenne 
Pino Rosato – presidente Ordine dei Medici, presidente R.C. 2016/17
Amodio Botta – dietologo
Carmela Casullo – direttore generale ASL Avellino
Rosa Grano – Provveditore agli studi Avellino 
Antonio Vitale – primario pediatria “Moscati”
Gerardo Chirichiello – pediatra

 

ore 20.00

Apertura cluster e aree ristoranti

 

Ristoranti

Minicuccio e I Santi

 

cluster Cereali:

Arduino Raschiatore La coccinella,

La Pergola -Franca De Filippis

Oasis Sapori Antichi- Lina Fischetti- triiluzzi pomodorino, origano e caciotta
Veritas- Gianluca D’Agostino

 

cluster carne

Villa Raiano- Raffaele Vitale- Lingotto alla cipolla, picanha di podolica, misticanza e toma irpina,

La Corte dei Filangieri- Antonio Petrella e Mauro Reda

Il vecchio mulino- Raffaele De Risi- Candele Grano Armando con genovese e spolverata di ricotta salata di Montella.

 

Cluster Orto:

GB Agricola- Rinaldo Ippolito- Zuppa di cipolla ramata di montoro in crostone di Pane di Montecalvo ,

Osteria Cappuccini- Carmen Urciuoli

Il Moera- Francesco Fusco

 

cluster Latte:

In cantiere- Michelangelo Casale- Pizza in Cantiere
Gino e la giraffa e Gelosia- Ada Pericolo e Enzo Grotta-Pangelatoramato ai fichi rossi di San Mango,

Veritas- Gianluca D’Agostino

 

Cluster Vino:

Istituto Alberghiero di Avellino – Gaetano Cerciello

 

cibo per le orecchie

Area Musica 1 
Spettacolo interdisciplinare “Petrolcinica”

ore 20.30

Talk: “Avellino e l’Irpinia: un’identità da ricostruire”
modera Giulia D’Argenio 
Pasqualino Giuditta – sindaco di Summonte
Yuri Gioino – sindaco di Lioni
Paolo Foti – sindaco di Avellino
Giancarlo Giordano – parlamentare SEL
Giuseppe De Mita – parlamentare UDC

Area Musica 1
Dj set Joe Clemente

Area Musica 2
Duo Bondel

Area Musica 4 
Folk Irpino

ore 21.30

Area Musica 3
Duo Room

LASCIA UN COMMENTO