Emergenza acqua, D’Agostino scrive a De Luca ed Emiliano: serve revisione accordi di distribuzione.

0
101

“L’Irpinia è a secco pur essendo il maggior bacino idrico del Mezzogiorno. E’ un paradosso intollerabile che tutti riconoscono, ma che ancora non trova soluzione nonostante si riproponga da ormai troppo tempo. E’ giunto il momento di rivedere gli accordi tra Campania e Puglia sulla distribuzione delle nostre acque e trovare le risorse per l’ammodernamento delle reti.”

E’ quanto scrive il deputato Angelo D’Agostino in una lettera indirizzata ai Presidenti di Campania e Puglia, De Luca ed Emiliano.

“Siamo al mese di giugno – prosegue il Parlamentare – e il calo delle sorgenti ha determinato un’emergenza che rischia di acuirsi ulteriormente nei mesi estivi. E’ apprezzabile lo sforzo del management e dei tecnici dell’ Alto Calore per contenere i disagi ai cittadini, ma è evidente che questo non basta più: è giunto il momento di mettere mano agli accordi con la Puglia che non tengono più conto della realtà. Non è più possibile dare ad altri 1500 litri al secondo per essere in emergenza già a giugno. E’ chiaro – sottolinea D’Agostino – che non si tratta di mettere in discussione la solidarietà tra territori, ma di trovare quel giusto equilibrio nella distribuzione delle risorse idriche che serva ad evitare le emergenze di questi giorni.”

“Infine, va ribadita alla Regione la esigenza di finanziamenti da destinare all’ammodernamento delle reti. L’ho fatto in tempi non sospetti e lo faccio nuovamente ora che siamo un’altra volta in piena emergenza”, chiude D’Agostino.

LASCIA UN COMMENTO