Anti-abbandono scolastico e “disinteresse giovanile” è operativo il progetto “Riflesso”, attivato in Irpinia con capofila la Cooperativa “Oltre le Mura” di Benevento

0
137
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Realizzare il futuro con percorsi educativi mirati, per contrastare nei giovani l’abbandono scolastico e il purtroppo dilagante fenomeno del disinteresse giovanile all’istruzione, alla formazione e al lavoro. Sono gli obiettivi prioritari del progetto “Riflesso”, che è stato attivato ed è pienamente in fase di svolgimento nell’Ambito territoriale A3 di Lioni.
L’Ente capofila per l’attuazione di questo programma di intervento è la Cooperativa sociale onlus “Oltre le Mura” di Benevento. Il progetto è dedicato in particolare ai giovani discenti fra gli 11 e i 17 anni di età e alle persone inattive, definite con l’acronimo di derivazione inglese NEET, in riferimento a coloro
che non sono impegnati né nell’istruzione, né in percorsi formativi e neppure in attività lavorative.
La Cooperativa “Oltre le Mura” è contestualmente impegnata nella gestione logistica ed operativa dell’intero programma, con l’accordo di partenariato instaurato con la Cooperativa sociale “Alba” di Benevento, il Comune di Montella, il Consorzio dei servizi sociali “Alta Irpinia” di Lioni, il Fo.Svi.Ter. Di Benevento, l’Istituto comprensivo statale “Nino Iannaccone” di Lioni, l’Istituto di istruzione secondaria superiore “Rinaldo D’Aquino” di Montella, Unimpresa provinciale di Benevento e l’Unisannio.
Tale progettualità è risultata fra quelle selezionate per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).
Il riferimento normativo è inerente al sostegno offerto dal “Terzo Settore”, nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (in acronimo, il PNRR), Missione 5 – Componente 3 – Investimento 3, finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationEU – Annualità 2022, con i relativi fondi veicolati dall’Agenzia per la Coesione Territoriale.
Sono stati dunque attivati percorsi individualizzati di orientamento, educativi e formativi, finalizzati allo sviluppo delle competenze e alla “costruzione” dell’identità del minore.
Il progetto “Riflesso” si concretizza con setting esperienziali personalizzati, percorsi di sviluppo di soft skill, laboratori di coding, percorsi di orientamento ai sistemi produttivi locali, alla formazione superiore e/o universitaria, accompagnamento al lavoro autonomo, percorsi educativi di realtà aumentata/virtuale e percorsi in continuità di offerta scolastica STEM. Si tratta di un acronimo di derivazione inglese, riferito a discipline scientifico-tecnologiche e ai correlati corsi di studi.
La coordinatrice del progetto e presidente della Cooperativa sociale onlus “Oltre le Mura”, Carmen Cenicola, evidenzia: “Sono in fase di svolgimento i laboratori attivati presso l’Istituto comprensivo statale “Nino Iannaccone” di Lioni e presso l’Istituto di istruzione secondaria superiore “Francesco De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi, con finora il coinvolgimento di oltre 150 studenti. Abbiamo in tal senso stipulato uno specifico patto formativo territoriale con l’utenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here