Bus, terminal davanti stadio Partenio ancora per tutto il 2022.

0
754
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

Tra le opere che potrebbe vedere finalmente la luce in questo 2022 di sicuro non ci sarà l’Autostazione di via Moccia. La conferma è arrivata con il decreto emanato dal sindaco Gianluca Festa nella giornata di oggi con cui si dispone la proroga fino al 31 dicembre del 2022 dell’utilizzo del Piazzale degli irpini per la fermata e lo stazionamento dei bus dell’Air.

Nel decreto si da mandato all’Acs e all’Air Mobilità di attuare il dispositivo con l’apposizione della necessaria segnaletica provvisoria di preavviso, obbligo e deviazione, il tutto nel rispetto della normativa vigente e alle Forze di Polizia presenti sul territorio, per quanto di rispettiva competenza, l’esecuzione e la vigilanza in ordine all’attuazione dell’ ordinanza.

La decisione è stata assunta a seguito della comunicazione da parte di Air Mobilità S.r.l. e Air S.p.A. che i lavori di completamento della nuova Autostazione di Via Pini ad oggi non risultano ancora completati per le vicende che hanno coinvolto l’impresa esecutrice dei lavori, chiedendo una proroga all’utilizzo del Piazzale degli irpini per ulteriori 12 mesi. Pertanto, alla data odierna i lavori di completamento dell’autostazione sono ancora in corso, subendo ulteriori sospensioni per cui non è allo stato possibile conoscerne la data di ultimazione

Nel decreto si richiamano tutte le delibere e le normative attualmente vigenti in materia di mobilità e tutela ambientale. In articolare si fa riferimento alle urgenti problematiche relative al risanamento ambientale ed alla qualità dell’aria che avevano interessato in il sito di Piazza Kennedy, dove si trovavano a coesistere fonti di emissione diversificate, prima tra tutte il terminal di trasporto pubblico locale extraurbano principale vettore di trasporto pubblico locale operante nelle provincie di Avellino e Benevento, per cui si era reso prioritario da parte dell’Amministrazione il decongestionamento dell’area attraverso il trasferimento del capolinea dell’AIR. Al fine del contenimento dell’inquinamento e per garantire al contempo un servizio di trasporto pubblico efficace ed efficiente, si era individuata come idonea l’area di Piazzale degli Irpini, dove, con le Ordinanze n. 5 del 3 gennaio 2020, n. 17 del 5 gennaio 2021 e n. 1344 del 3 agosto 2021 erano stati disposti la fermata e lo stazionamento dei bus in via temporanea e comunque sino al 31 dicembre 2021. Tali motivazioni restano del tutto attuali – si legge nel decreto sindacale – e l’utilizzo dell’area all’epoca individuata ne ha confermato ad oggi la piena funzionalità e sicurezza, nonché l’idoneità a decongestionare il traffico, con riferimento in particolare al centro urbano ed alle zone di massima intensità di circolazione e con evidenti ricadute positive in termini ambientali.

Non solo. A seguito di verifiche dei percorsi degli autobus di linea del servizio di trasporto extraurbano ed urbano, relative anche alla istituzione di nuove fermate, l’utilizzo del piazzale dello stadio ha garantito e garantisce un adeguato spazio delle manovre di accostamento e di reinserimento nel flusso della circolazione da parte dei veicoli in servizio, anche in considerazione della capacità notevole del Piazzale degli Irpini, e che tale area, per ubicazione e per ampiezza di dimensioni, appare ancor più idonea alla luce della normativa, statale e regionale, emanata in materia di emergenza sanitaria da COVID-19, la quale ha previsto per il trasporto pubblico locale, essenziale al fine di garantire lo spostamento di cittadini e soprattutto degli studenti, rigorose misure di riduzione dei coefficienti di riempimento, con conseguente aumento dei mezzi da utilizzare, nonchè rigidi protocolli e linee guida, il cui rispetto potrà essere in detta area assicurato in condizioni di sicurezza sia per gli utenti che per gli operatori; Considerato, pertanto, che per motivi di sicurezza e per la salvaguardia della pubblica e privata incolumità si rende necessario adottare gli opportuni provvedimenti per la disciplina della sosta e della circolazione nell’area interessata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here