Incidente mortale sul lavoro, operaio schiacciato da macchinario allo stabilimento Stellantis di Pratola Serra

0
93
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

Incidente mortale sul lavoro allo stabilimento Stellantis di Pratola Serra.

Un operaio 52enne di Acerra, Domenico Fatigati, è rimasto incastrato in un machinario mentre era intento ad un’attività di manutenzione.

Lavorava per una ditta esterna di Foggia per la Stellantis, il decesso è avvenuto mentre era in corso da parte dei sanitari il tentativo di estrarlo.

Sul posto, immediatamente dopo l’accaduto, si sono precipitati il 118 e i Vigili del Fuoco, accompagnati anche dai Carabinieri di Pratola Serra e Avellino ed’ispettorato del lavoro e ASL, che hanno avviato le indagini per chiarire le cause dell’incidente e accertare eventuali responsabilità.

Le prime informazioni emerse indicano che l’operaio è rimasto intrappolato in uno dei macchinari presenti nell’impianto, un evento che ha portato alla tragedia e al suo decesso. Le circostanze esatte che hanno condotto a questo tragico epilogo devono ancora essere delucidate, ma è evidente come la sicurezza sul lavoro rappresenti un tema di estrema importanza che richiede la massima attenzione e impegno da parte di tutte le parti coinvolte.

L’incidente alla Fma di Pratola Serra si aggiunge purtroppo a una lista già troppo lunga di tragedie sul lavoro che hanno scosso il territorio italiano, sottolineando l’urgenza di rafforzare le misure di prevenzione e di sicurezza negli ambienti lavorativi. Ogni vita persa in circostanze simili è una tragedia evitabile e un monito per tutti coloro che hanno il dovere di garantire un ambiente di lavoro sicuro e protetto per tutti i dipendenti.

In questo momento di dolore e di sgomento, l’intera comunità si stringe attorno alla famiglia dell’operaio e agli amici, offrendo loro solidarietà e sostegno in un momento così difficile. È fondamentale che da questo tragico episodio scaturisca un impegno concreto e una maggiore consapevolezza sull’importanza della sicurezza sul lavoro, affinché tragedie come questa possano essere evitate in futuro.

“Continua la tragica conta dei morti sul lavoro. Oggi ad Avellino un operaio ha perso la vita nell’area dello stabilimento Stellantis dopo essere rimasto schiacciato da un macchinario. Un fatto gravissimo e inaccettabile che lascia sgomenti. L’UGL esprime il cordoglio ai parenti della vittima e chiede che vengano chiarite le cause di questo ennesimo dramma sul lavoro. La strage quotidiana sui posti di lavoro è intollerabile per un Paese civile e avanzato. È fondamentale implementare l’organico degli organi di controllo, potenziare il coordinamento delle Banche Dati (INPS, INAIL, ISTAT, Ministero del Lavoro, Ministero della Salute) e costituire un’Agenzia Nazionale unica preposta alla Vigilanza, Controllo, e alle attività Ispettive. È necessario, inoltre, investire nella formazione per favorire una cultura della sicurezza a partire dalle scuole secondarie. La sicurezza dei lavoratori deve diventare la priorità dell’agenda politica nazionale. È fondamentale, pertanto, proseguire il confronto avviato fra Ministero del Lavoro e parti sociali per rafforzare le misure di prevenzione a tutela dei lavoratori”. Lo hanno dichiarato in una nota congiunta il Segretario Provinciale UGL di Avellino Costantinos Vassiliadis e il Segretario  Regionale UGL Campania, Luigi Marino, in merito all’incidente sul lavoro in cui ha perso la vita un operaio, rimasto schiacciato da un macchinario nell’area dello stabilimento Stellantis, ad Avellino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here