La Candelora di Montevergine, accesso al Santuario solo con pullman e navette. Non riaprirà la funicolare.

0
1133
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano


Vertice in Prefettura per lo svolgimento della Candelora che domani due febbraio vedrà, come da tradizione, migliaia di pellegrini raggiungere Montevergine per il saluto a Mamma Schiavona.

Accesso consentito solo ai pullman privati ed alle sei navette messe a disposizione da AIR per la tratta Mercogliano-Montevergine.

Non è stato possibile mettere in funzione la Funicolare che da Mercogliano conduce al Santuario. L’AIR, che gestisce l’impianto per conto della Regione, ha spiegato che sarebbero spropositati i costi di riapertura in confronto ad un’utenza ridotta.

Già a partire dalle 7 inizierà il servizio navetta: coloro i quali intendano partecipare alla manifestazione con proprie autovetture potranno raggiungere il comune di Ospedaletto e parcheggiare nell’area di piazza Mercato messa a disposizione dal comune o negli spazi riservati dal limitrofo comune di Summonte per poi proseguire per il Santuario.

Si terrà il 2 febbraio 2017 la tradizionale processione della Candelora la cosiddetta “juta dei femminielli” a Montevergine per onorare Mamma Schiavona “che tutto perdona”. Una salita verso il Santuario che si svolgerà comunque, come da tradizione, nonostante il freddo, la neve e la probabile chiusura della funicolare di Montevergine.

I  “Femminielli” festeggiano a Montevergine, una volta all’anno, con la loro “Juta” seguendo un’antica tradizione che risale al Medioevo. Si narra infatti che nel 1256 la Madonna, commossa dall’amore di due omosessuali, incatenati per punizione sul Monte Partenio e condannati a morire di freddo o sbranati dai lupi, li salvò riscaldandoli con la Sua luce.

Da anni la “juta dei femminielli” a Montevergine è un modo di onorare il rito di Mamma Schiavona e porta sul Partenio tantissimi fedeli. Assieme alla “salita” anche tanti eventi per la festa tra i quali, alla vigilia della juta, l’esibizione dal vivo di un gruppo folk irlandese all’Highlander Irish Pub mentre al Black House Blues di Avellino nella notte del 2 febbraio una serata sfrenata con alla consolle il dj Vinyl Gianpy che promette una notte da sballo. La mattina del 2 per la juta anche Marcello Colasurdo e tante paranze musicali: Colasurdo il giorno prima terrà un concerto in onore di Mamma Schiavona.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here