Mirabella Eclano, il Sindaco precisa sulle indennità di funzione: nessun aumento.

0
87

6765_624x0_w_b90c72ec4f85229d62f8434f4dea4eaedal Comune di Mirabella Eclano riceviamo e pubblichiamo:

In merito all’articolo apparso nei giorni scorsi sul quotidiano “Ottopagine” relativo alle “indennità di funzione” si rende necessario un chiarimento da parte dell’Amministrazione comunale di Mirabella Eclano, poiché sono state affermate nel virgolettato una serie di inesattezze.

Va prima di tutto ricordato che la legge consente soltanto la diminuzione delle indennità dunque sarebbe stato impossibile aumentarle o addirittura triplicarle come accusa il consigliere di minoranza nell’intervista.

In realtà, visto che non c’è continuità amministrativa, quale regolare atto d’ufficio ai fini dell’approvazione del Bilancio, è stato necessario riportate, da parte della Ragioneria comunale, le indennità così come previste per legge, starà poi alla discrezione di ciascuno esprimere la propria volontà sulla eventuale devoluzione, ma solo a Bilancio approvato.

“Abbiamo già manifestato in diverse occasioni- afferma il Sindaco, Francescantonio Capone- la scelta dell’intera Giunta di percepire le indennità ridotte al 50 per cento, come già accadeva in precedenza. Invito ad andare a verificare quanti amministratori dei Comuni del  circondario abbiano  adottato questo provvedimento. Tra l’altro la nostra Amministrazione si contraddistingue, rispetto ad altre, per sobrietà e parsimonia visto che non utilizziamo auto di rappresentanza e non possediamo telefonini aziendali, ma adoperiamo esclusivamente i nostri mezzi senza mai richiedere rimborsi. Dunque- prosegue il primo cittadino- si eviti di fare inutile demagogia. Si guardi ai fatti. Uno dei nostri primi atti è stato quello di liberalizzare l’archivio storico delle delibere, quindi i documenti sono tutti consultabili compresa la delibera di Giunta n° 87 del 2009 nella quale si riportano quelle che sono le reali cifre relative alle indennità degli amministratori”.

I compensi sono così stabiliti:

1.394,43 euro per il Sindaco, 607,21 per il Vicesindaco, 627,49 per gli Assessori, 139,44 per il Presidente del Consiglio.

Si tratta di somme al lordo alle quali vanno, chiaramente, sottratte le tasse in base al reddito di ciascuno.

LASCIA UN COMMENTO