Nuova social card Dedicata a te disponibile da settembre, 500€ per consumi

0
40
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

La nuova social card da 500 euro (+40,3 euro rispetto al 2023), che sarà disponibile da settembre, è destinata ad oltre 1,3 milioni di persone. La carta ‘Dedicata a te’ vale 676 milioni di euro per il 2024 ed entro settembre 2024 tutti i beneficiari avranno la disponibilità della carta. I beneficiari sono saliti a 1.330.000, più 30 mila rispetto al 2023. Si potranno acquistare prodotti alimentari, carburanti o abbonamenti per il trasporto pubblico. Tra i nuovi prodotti alimentari che potranno essere acquistati anche quelli Dop, ortaggi surgelati, prodotti da forno surgelati, tonno e carne in scatola. Lo spiega il ministro dell’Agricoltura e sovranità alimentare e foreste, Francesco Lollobrigida, in occasione della presentazione della nuova social card per il 2024.

”La nuova carta ‘Dedicata a Te’ partirà dal 1° settembre per permettere una corretta distribuzione della carta attraverso i Comuni e da ritirare alla Posta. Ho sentito stamane il presidente dell’Anci che attraverso i Comuni distribuirà la carta. I controlli per garantire la trasparenza saranno fatti dall’Inps che individuerà i beneficiari”, sottolinea il ministro.

Lollobrigida ha poi aggiunto che “la carta dura tre mesi e sarà possibile prorogarla a secondo di quanto sia stato speso. Abbiamo una rendicontazione puntuale che incrocia i dati di Poste Italiane con la distribuzione e cerchiamo di capire come modulare gli interventi. Questa è un’attività sperimentale, nessuno di noi ha una visione ideologica”.

Il ministro del Lavoro, Marina Calderone, in video collegamento, ha sottolineato l’importante “collaborazione tra i diversi ministeri che produce risultati per le famiglie bisognose che hanno necessità di un sostegno. Oggi la carta è più accogliente per l’importo maggiore e in collaborazione con Inps che individuerà i beneficiari”. “Lo Stato arriva a casa con un sostegno senza fare domande per le famiglie in difficoltà”, ha detto. (AdnKronos)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here