Regionale delle Pro Loco della Campania aderenti all’UNPLI – Eccezionale partecipazione.

0
3520
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


Realizza un sito web ecommerce di successo - Kynetic web agency a Salerno e Milano


Grande successo di numeri, tanta passione ed entusiasmo per la ripresa del protagonismo delle Pro Loco e dell’UNPLI Campania.

Nella mattinata di sabato l’Auditorium del “Polo Giovani della Diocesi di Avellino” a stento è riuscito a contenere la grande folla dei partecipanti all’Assemblea Regionale dell’UNPLI Campania, convocata per un momento di riflessione sul valore ed il ruolo delle Pro Loco, nel momento in cui ha inizio la ripresa di attività, di eventi e manifestazioni dopo i due anni di restrizioni, di blocchi e di chiusure a causa del Covid 19.

All’importante assise regionale, che si è tenuta nel capoluogo irpino, per fare il punto sulla situazione organizzativa e strutturale del mondo delle Pro Loco, sono intervenute oltre duecento Pro Loco, tra Presidenti e Delegati, centinaia di volontari del Servizio Civile Universale, partner e collaboratori. Hanno portato il loro saluto e contributo, nel corso della mattinata, l’Assessore Regionale al Turismo Prof. Felice Casucci, che ha riconosciuto il protagonismo dell’azione delle Pro Loco nella promozione turistica della Regione Campania, nonché la sua determinazione nel cogliere le istanze da parte del Presidente Regionale e dei Presidenti Provinciali. Casucci, ritiene fondamentale il ruolo delle Pro Loco nella nuova governance del turismo post Covid e si è impegnato anche nella semplificazione di procedure e passaggi amministrativi, con il TU del Turismo ove le Pro Loco hanno la giusta considerazione.

Inoltre, hanno portato il loro saluto, la vicinanza al mondo delle Pro Loco, i Consiglieri Regionali, gli Onorevoli Maurizio Petracca e Erasmino Mortaruolo, il Consigliere del Presidente Franceso Todisco, altri hanno fatto pervenire messaggi di vicinanza, il Sindaco di Avellino Gianluca Festa; erano presenti in sala diversi sindaci ed amministratori locali, rappresentanti di organizzazioni di categoria e del volontariato. Molti sono stati i messaggi di saluto e di augurio pervenuti dai vari livelli istituzionali.

Un bel colpo d’occhio l’Auditorium del Polo Giovani, all’interno con tutti i posti occupati tra sventolio di bandiere delle Pro Loco e della Pace, così come il piazzale antistante, gremito all’inverosimile di “congressisti” provenienti da tutta la Regione Campania.

–Il Presidente Regionale, Antonio Lucido ha accompagnato e guidato l’Assemblea, in primo luogo facendo il punto sulla situazione organizzativa, sul transito delle Pro Loco nel Terzo Settore, sulla costruzione di un rapporto nuovo e di reciproco rispetto con la Regione Campania, per una nuova stagione di partenariato dove le Pro Loco vengano finalmente riconosciute come una risorsa per il territorio nazionale e per tutta la Campania, in quanto strumento di promozione e di valorizzazione sociale e culturale, tra appartenenza e identità, ruolo ampiamente riconosciuti da studi, ricerche e soprattutto dall’opinione pubblica. Sono intervenuti i cinque Presidenti Provinciali: per Avellino Prof. Giuseppe Silvestri, per Benevento Renzo Mazzeo, per Caserta Maria Grazia Fiore, per Napoli Luigi Barbati, per Salerno Elena Tommasino Vice Presidente e il Consigliere Nazionale Mario De Iuliis. Tutti hanno rappresentato, con analisi diverse, la necessità di una strutturazione territoriale della Campania adeguata alla promozione turistica, alla nuova comunicazione veloce, ai bisogni complessivi di fruibilità e accessibilità tra territori e strutture. Tanto è stato evidenziato dell’impegno, sia nella programmazione che nella gestione del mondo del volontariato. Questo che è capace con il Servizio Civile, di dare sostegno all’azione svolta sul piano locale dalle Pro Loco. Ha portato la sua testimonianza di volontaria del Servizio Civile la giovane Lorenza Langella di Minori, che ha dato un contributo sull’importanza e il valore del Servizio Civile nel concorrere alla crescita culturale e nella formazione dei giovani e del mondo delle Pro Loco. C’è stato lo spazio anche per Massimiliano Imbimbo, promotore di una start up innovativa che ha spiegato le opportunità della comunicazione e della messa in rete di tutto il territorio anche dei luoghi dimenticati, ma di estremo fascino ed interesse. Maurizio Sirianni ha parlato della sua proposta artistica di promozione di uno spettacolo “Basta Odio”, quale alternativa alle comuni manifestazioni. È stata presentata da parte della Pro Loco di Salerno un’idea progettuale da implementare con il contributo di tutto il mondo delle Pro Loco e dell’UNPLI Campania. È intervenuto da remoto il Presidente Nazionale dell’UNPLI Antonino La Spina, che si è complimentato per il successo dell’Assemblea, tra partecipazione, tematiche trattate, per l’attenzione suscitata tra le istituzioni ed il mondo dell’informazione, ha assicurato la vicinanza e il sostegno all’UNPLI Campania.

È stato chiamato a tracciare il valore delle Pro Loco sul piano della promozione culturale e turistica, insieme al valore identitario di appartenenza, sia sul piano antropologico che, sul piano dell’organizzazione dell’offerta, il Prof. Giuseppe Acocella, Rettore dell’Università “G. Fortunato” di Benevento, il quale con il suo rigore culturale, con la facile comunicazione che lo caratterizza, ha coinvolto presidenti di Pro Loco, volontari e tutti i partecipanti nell’analisi delle dinamiche demografiche, degli sviluppi culturali e sul valore delle Pro Loco per l’azione che svolgono tra non poche difficoltà nei borghi, nei paesi, invitando tutti a superare il valore dell’esaltazione del particolarismo, dell’individualismo, per comprendere che la soluzione dei problemi è possibile affrontarla con una visione complessiva del territorio. Tutti i passaggi dell’intervento del Prof. Acocella sono stati apprezzati ed applauditi dalla platea. Ha concluso i lavori il Presidente Regionale che ha sollecitato tutti ad una maggiore coesione, alla riscoperta del valore della solidarietà, tipico delle comunità del Sud e della Campania in modo specifico, ha auspicato una revisione della L.R. 18/2014 e dei suoi Regolamenti, ha fatto riferimento al transito delle Pro Loco nel Terzo Settore con le opportunità e gli impegni che questo comporta e nel ringraziare gli intervenuti, i giovani, i presidenti, i delegati, oltre alle autorità, alla stampa, ha rinnovato il suo impegno nel concorrere a costruire sempre la più ampia unità possibile nel mondo dell’UNPLI Campania e a valorizzare le ragioni dello stare insieme, perché insieme alla qualità dell’offerta si possano costruire anche in Campania le ragioni della speranza per un futuro migliore.

La giornata è proseguita recependo in toto il messaggio del Presidente Regionale Antonio Lucido, che ha auspicato la più ampia unità possibile, infatti sono stati designati all’unanimità, per acclamazione, i Delegati della Campania all’Assemblea Nazionale di fine giugno, alla stessa stregua è stato poi eletto alla carica di Consigliere Nazionale Renzo Mazzeo, Presidente Provinciale dell’UNPLI Benevento.

“Abbiamo tutti potuto constatare la vivacità, l’entusiasmo. La passione del mondo delle Pro Loco, abbiamo tutti colto nei volti, negli occhi delle persone e nelle calorose strette di mano la voglia di dichiarare la disponibilità a concorrere nel mettere in moto energie, idee, progetti per la promozione turistica, culturale e sociale della Campania” è il messaggio finale che ricava da questa Assemblea il Presidente Regionale Lucido.

Tra sventolio di bandiere, foto ricordo, applausi, si è chiusa l’Assemblea Regionale della Pro Loco della Campania che segna finalmente la ripartenza di eventi, manifestazioni, sagre, convegni, accoglienza e promozione, tra sogni, speranze e radici targata Pro Loco.

 

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here