Sidigas Avellino, battuta Pesaro, ora testa al ritorno di Europe Cup.

0
1330
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven

Terza vittoria consecutiva per la Sidigas Scandone Avellino che batte la Vuelle Pesaro 103-81. MVP del match Jason Rich autore di 31 punti in 22 minuti. Ottime la prova di Fitipaldo che ha messo a referto 12 punti con il 100% dal campo, e di Lawal con 14 rimbalzi catturati fornendo anche 5 assist ai compagni.

Apre le danze Pesaro con la coppia Mika-Clarke. La Sidigas risponde due volte con Rich e due con Fitipaldo, a seguire Leunen con il piazzato che porta avanti Avellino (10-9). Pesaro è molto attiva in attacco grazie alle scorribande di Clarke, ma la Sidigas rimane attaccata agli ospiti grazie a Scrubb, che segna 5 punti consecutivi e Rich che concretizza un 2+1 (18-19). La Vuelle, guidata dal suo play, piazza un 5-0 di parziale che costringe Sacripanti al time out (18-23). Contro-parziale di Avellino grazie alla tripla di Rich e la schiacciata di Wells con cui la Sidigas pareggia (23-23). Dopo due liberi di Ancellotti, i biancoverdi chiudono il quarto avanti grazie al solito Rich ed a una tripla di Zerini sulla sirena di fine quarto (31-25).

Braun segna da tre, Zerini risponde alla stessa maniera. Pesaro si piazza a zona ma viene punita dalle triple di Filloy e Rich e Galli si rifugia nel time out (40-32). Gli ospiti si affidano al solito Clark, che non sbaglia; i biancoverdi però provano a scappare con i canestri di Wells e Filloy (46-37). Dopo un canestro di Filloy, Pesaro fa il break: Braun concretizza un gioco da 4 punti, Mika invece con due canestri dall’area costringe Sacripanti alla sospensione (48-45). D’Ercole con una tripla punisce la zona ospite, Omogbo fa 1/2 ma Avellino si porta sul +13 con Leunen, D’Ercole e Rich. Clarke sulla sirena segna in penetrazione (59-48).

Al ritorno dall’intervallo lungo segna subito Braun da tre, risponde Rich in penetrazione. Pesaro non molla e cerca di rientrare con Mika, ma è ancora Rich a realizzare. Avellino alza l’intensità difensiva e in contropiede trova la tripla di Fitipaldo e Galli chiama sospensione (66-55). Pesaro blocca il suo attacco, complice anche l’ottima difesa irpina: Lawal segna da sotto, Rich da dentro l’area e Fitipaldo da tre. Leunen fa 1/2 e la Sidigas vola sul +20 (77-57). Gli ospiti provano a rientrare con i canestri di Mika e Ancellotti, ma Avellino scappa con Filloy e Scrubb ed al 30’ è sul +23 (84-61).

L’ultimo quarto inizia con Pesaro che prova ad avere una reazione con Bertone, che segna in penetrazione. Fesenko si iscrive a referto con la specialità della casa, la schiacciata, mentre i canestri di Filloy, Scrubb e Wells tengono Avellino saldamente avanti (95-69). Parziale di Pesaro con Mika e Bertone e gli ospiti ritornano a -20 (95-75). Entra Parlato e subito s’iscrive a referto con una tripla. I biancoverdi superano quota 100 grazie ai canestri di Fitipaldo e Scrubb, Galli chiama time out (103-77). Gli ultimi minuti servono solo di passerella con Avellino che batte Pesaro 103-81.

La Sidigas Avellino ipoteca la terza vittoria consecutiva tra campionato e coppa, battendo la VL Pesaro 103-81. Buona la prestazione corale dei biancoverdi, che da domani inizieranno a dedicarsi all’importante semifinale di Fiba Europe Cup che li attende mercoledì 18 aprile in Danimarca.

Queste le parole di coach Sacripanti nella conferenza stampa post partita:

Siamo contenti per aver perseguito l’obiettivo che ci eravamo preposti: vincere senza particolare affanno, facendo ruotare tutti i giocatori. Sabato, infatti, sentivo di dover dare un turno di riposo a Fesenko e Lawal, che dunque non si sono allenati, ma nonostante questo abbiamo gestito la situazione al meglio. Faccio i complimenti a Pesaro per aver giocato grande primo quarto. Clarke e Mika hanno disputato una gara pazzesca e lo dico al di là dell’amicizia che mi lega a ‘Cedro’ Galli. Non sono però riusciti ad arginare la nostra forza  e rapidità offensiva. Anche Filloy è riuscito ad avere un buon minutaggio dopo un periodo di inattività e in generale possiamo solo essere contenti di come è andata la gara. È inutile nasconderlo: adesso il nostro pensiero fisso è rivolto al match di mercoledì. Contro una squadra atletica e fisica in tutti i ruoli come Bakken Bears l’energia e gli aspetti tecnico-tattici saranno fondamentali e dovremo essere pronti mentalmente per disputare una buona gara”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here