Sidigas, vittoria di rimonta in Champions contro il Besiktas ad Istanbul.

0
279

Inizia nel migliore dei modi l’avventura europea della Sidigas Scandone Avellino. I biancoverdi vincono in casa del Besiktas 80-86. Partita equilibrata, ma la squadra di Sacripanti nei due quarti centrali ha alzato l’intensità difensiva piazzando un break di 51-33 che l’ha portata sino al +10. Nell’ultimo quarto la reazione dei padroni di casa non è riuscita a pareggiare le sorti della gara, ma Fitipaldo prima e Filloy poi, hanno chiuso la contesa. Gara equilibrata nei primi minuti con gli attacchi in gran spolvero. Fesenko domina l’area, Fitipaldo e Rich realizzano dalla lunga distanza. I padroni di casa rispondono con Lima e Weems dal pitturato, mentre da tre è Diebler a punire la Sidigas. Rich si mette in proprio e concretizza un 2+1 (16-15). Il Besiktas prova a scappare con Strawberry e Weems che segna dai 6,75. La Sidigas si affida ai liberi di N’Diaye e a Rich che realizza due volte da dentro l’area (22-21). Diebler segna 6 punti consecutivi, N’Diaye va con la schiacciata. La squadra di casa cerca di dare lo strappo alla partita con due punti in penetrazione di Sanli, i biancoverdi però non ci stanno e vanno a segno con Filloy che realizza da tre. La Sidigas si mette a zona cercando di limitare l’attacco turco. Strawberry e Sanli provano a riallungare ma i canestri di Fesenko, Leunen e Filloy tengono i biancoverdi a contatto (43-37). I padroni di casa mettono a segno un mini parziale di 5-0 firmato Sihapi-Diebler, fermato da un controbreak di Avellino grazie alle triple di Fitipaldo e Leunen (48-43). Rich segna in penetrazione 4 punti consecutivi che riportano la squadra a -1 al 20’ (48-47). Il terzo periodo si apre con una schiacciata di Rich che porta avanti i biancoverdi. Sipahi segna in sospensione, ma la tripla di Fitipaldo e i liberi di Fesenko tengono Avellino avanti (53-54). Rich segna ancora in penetrazione, Leunen invece va a segno da sotto. L’intensità difensiva dei biancoverdi cresce e il Besiktas non riesce a trovare con continuità la via del canestro. Torna Wells sul parquet e con il layup porta a +7 gli irpini. Sanli prova a riportare in partita il Besiktas con un gioco da tre punti, sale in cattedra Wells coadiuvato da Filloy e la Sidigas arriva a +10 (59-69). La risposta dei padroni di casa è rabbiosa e piazzano un parziale di 5-0, Sacripanti chiama time out (64-69). Al ritorno sul parquet controbreak di Avellino con la tripla di Rich ed i liberi di Wells che chiudono il quarto (64-74). Nell’ultimo quarto le due squadre vivono un momento di stasi. Avellino difende bene, ma non riesce a trovare il canestro bloccando il suo attacco. Due liberi di Diebler riportano i turchi a -8 (66-74). Il Besiktas segna solo dalla lunetta (69-74). Sanli e Weems fanno il parziale ed i padroni di casa pareggiano al 37’, i biancoverdi trovano i primi punti del quarto con Filloy dalla lunetta (74-76). La Sidigas ritorna a difendere ed a segnare con i liberi di Fitipaldo e Filloy (74-81). Mini parziale dei padroni di casa con Sanli che segna 4 punti consecutivi. Leunen va con il tap-in mentre Filloy dà il +6 alla Sidigas a 17’’ dal termine che chiude la gara con il punteggio di 80-86.

Prima partita e primo successo per la Sidigas Scandone Avellino in Champions League. Pino Sacripanti, coach dei biancoverdi, è molto soddisfatto per l’importante risultato ottenuto sul prestigioso campo del Besiktas Sonpo Japan, squadra vicecampione di Turchia. Queste le sue parole: “Sono contento della prestazione della squadra, perché venivamo da una partita difficile a Brescia, oggi siamo riusciti ad espugnare un campo durissimo contro una squadra molto forte. Il primo quarto è stato di buon livello, anche se abbiamo dovuto rincorrere a causa di qualche problema difensivo e in corsa abbiamo trovato i giusti adattamenti. Essere arrivato a -1 alla fine del primo tempo ci ha dato grande fiducia”. Il coach torna sulla difesa come chiave della gara: “Devo dire bravi ai mei ragazzi per come hanno giocato gli ultimi 20 minuti. Abbiamo difeso con grande intensità, sperimentando tre difese diverse e questo ha mandato in confusione la squadra avversaria”. Il primo successo in Fiba Champions League non distrae Sacripanti dal campionato: “Ci abbiamo creduto, siamo rimasti lì con grande aggressività fino alla fine e siamo stati premiati. Ora però voltiamo pagina e pensiamo immediatamente a Torino perché non c’è tempo da perdere”.

LASCIA UN COMMENTO