Al via i Percorsi 30 CFU/CFA per la Formazione iniziale degli Insegnanti per la scuola secondaria di I e II grado all’Università di Salerno

0
293
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

L’Università degli Studi di Salerno, con il suo neo-costituito Centro Servizi dell’Alta Scuola di Formazione degli Insegnanti (ASFI), in collaborazione interistituzionale con l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, l’Università degli Studi della Basilicata e il Conservatorio “E.R. Duni” di Matera, avvierà in tempi brevi i percorsi di Formazione iniziale dei docenti delle scuole secondarie di I e II grado (30 CFU/CFA). 

L’Alta Scuola di Formazione degli Insegnanti (la cui Direzione è affidata alla prof.ssa Paola Aiello), in collaborazione con le Istituzioni accademiche citate, adotterà un modus interpretandi nel progettare i percorsi, individuando nel ruolo centrale dell’inclusione il principio da cui partire per un agire didattico di qualità.

I percorsi (ai sensi dell’art. 13 del DPCM del 4 agosto 2023) saranno destinati a coloro che sono in possesso di abilitazione su una classe di concorso o su un altro grado di istruzione, nonché per coloro che sono in possesso della specializzazione sul sostegno.

 

L’obiettivo dell’ASFI è proporre un’offerta fondata sulla consapevolezza della centralità della formazione docenti nel definire la qualità del sistema scolastico, con significative ricadute sulla società. La formazione proposta intende contribuire a strutturare un habitus professionale per i futuri docenti, rendendoli protagonisti di una scuola orientata allo sviluppo armonico della personalità umana e improntata ai principi dell’equità e dell’inclusione.

Nello specifico, è prevista l’attivazione per i percorsi accreditati con il Decreto MUR 7 febbraio 2024, n. 378, il cui elenco è riportato sul sito di Ateneo. Sempre sul sito di Ateneo saranno a breve comunicati tutti i successivi aggiornamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here